👉 WordPress Hosting spiegato - Condiviso, VPS, Dedicato e gestito ...

The Ultimate Guide to Growth Hacking per il successo esponenziale (2018)

Se sei nuovo nell'hosting, il tipo di servizio che ti serve può sembrare un compito scoraggiante con molti fattori da considerare. Ma non deve essere travolgente. Come in ogni decisione, ci saranno cose che devi assolutamente avere e, una volta che hai trovato alcune opzioni che si adattano al conto, puoi entrare nei dettagli per restringere il tuo elenco. Supponi di scegliere un ristorante, ad esempio: le prime cose a cui pensare sono il tipo di cibo che desideri, la posizione e il prezzo. Una volta che hai trovato alcuni posti che si adattano alle tue esigenze e al tuo budget, puoi entrare in recensioni, atmosfera e opzioni di menu. La scelta di un host non è tanto diversa dalla scelta di un ristorante: ci saranno alcuni interruttori che limiteranno la tua lista, e quindi i dettagli che ti aiuteranno a trovare l'opzione più adatta alle tue esigenze.

In questo articolo, esamineremo le quattro diverse opzioni di hosting: Hosting condiviso, VPS (Virtual Private Server), Hosting dedicato e Hosting gestito WordPress. Copriremo quello che sono, perché sono diversi gli uni dagli altri, quanto costano, i pro e i contro, quando sceglierli e – forse soprattutto – quando no!

Tipi di hosting WordPress (collegamenti alle sezioni):

  • Hosting condiviso
  • Hosting VPS
  • Hosting dedicato
  • Managed WordPress Hosting

Hosting condiviso

L'analogia: L'hosting condiviso è il McDonald's del settore hosting. Il prodotto non è terribile (tutti noi abbiamo un hamburger ogni ora e poi), ma non è appropriato per ogni situazione – piuttosto, una soluzione rapida a basso costo senza campane o fischietti.

The Nuts and Bolts

L'hosting condiviso si basa sulla premessa che i piccoli siti Web richiedono poche risorse. Un server condiviso contiene centinaia, se non migliaia, di utenti, ciascuno con un numero di siti Web diversi. Il risultato è un prodotto economico che non è molto potente e spesso introduce tutti i tipi di problemi relativi al sovraffollamento.

Il costo

Sulla base di otto rinomate società di hosting che abbiamo selezionato per rappresentare al meglio questo tipo di hosting (di seguito elencato), il costo medio di un piano di hosting condiviso è di circa $ 9,50 al mese, che non include eventuali occasioni iniziali che le società potrebbero offrire (più su questo più tardi).

A Small Orange offre il piano tariffario più economico a $ 2,92 al mese. Per una soluzione più robusta, MediaTemple offre 100 siti e 20 GB di spazio di archiviazione per $ 20 al mese.

Alla fine della giornata, $ 10 al mese dovrebbero generalmente comprarti un servizio di hosting condiviso di buona qualità.

Il bene

Il vantaggio principale dell'hosting condiviso rispetto a qualsiasi altro tipo è il fatto che lo sia a buon mercato. Non ha molto altro da fare, ma il prezzo da solo può giustificare l'utilizzo dell'hosting condiviso in molte situazioni.

Il cattivo

Tutti i problemi relativi all'hosting condiviso derivano dal fatto che stai condividendo lo stesso ambiente con centinaia di altri utenti e migliaia di altri siti web. Questo può portare a quattro problemi principali:

  • Siti web diversi dal proprio possono utilizzare una quantità sproporzionata di risorse sul server, lasciando meno per i propri siti Web e causandone così il rallentamento o l'arresto.
  • I problemi di sicurezza su un account potrebbero trapelare sul tuo. Puoi proteggere il tuo sito Web con tutta la tecnologia sofisticata a tua disposizione, ma un problema a livello di server potrebbe comunque influire su di te.
  • Uptime e affidabilità possono essere un grosso problema per gli ambienti condivisi. Dal momento che altri siti Web possono scaricare risorse o causare problemi di sicurezza, non solo sei a rischio, ma semplicemente non puoi sapere quando un problema può verificarsi.
  • La condivisione di un ambiente significa che nessuno ha alcun controllo reale sulle specifiche dei propri server, risultando in una configurazione adatta a tutti. Questo va bene per i piccoli siti, ma man mano che cresci avrai bisogno di un po 'di energia in più.

Ci sono altri problemi, ma la maggior parte di essi deriva da uno di questi – e tutti hanno a che fare con l'ambiente condiviso.

Sconti iniziali

Diffidare dei prezzi di hosting condiviso. Molti host offrono uno sconto iniziale valido fino al primo rinnovo. Bluehost, ad esempio, offre un nuovo piano per $ 2,95 invece del prezzo di listino di $ 7,99.

Se si paga per un solo mese, però, si ottiene solo il prezzo scontato per quel mese. tu può paga per tre anni in anticipo, ma poi devi pagare $ 106 in anticipo.

Quando scegliere Shared Hosting

Se tuo bilancio semplicemente non si estende al livello di un VPS o di un hosting gestito WordPress (vedi sotto), quindi l'hosting condiviso è davvero l'unica opzione lasciata aperta. Questo tipo di hosting ha tempi di inattività e inaffidabilità molto maggiori, ma ciò non significa che il tuo sito sarà offline per giorni alla settimana ogni settimana.

Ero solito ospitare i miei siti su Bluehost e, sebbene la performance non fosse eccezionale, i miei siti erano aumentati del 99% del tempo ed era sufficiente per far decollare la mia attività.

I tempi di inattività può spesso ti costano affari importanti. Se hai un budget limitato, non aspettare fino a quando non ti puoi permettere un VPS, ottieni un account condiviso ora e cambia quando puoi permetterti.

Se disponi di siti web poco importanti e poco importanti, l'hosting condiviso è un modo eccellente ed economico per tenerli online. Blog personali, siti di test dei clienti, progetti archiviati e progetti in fase di test sono tutti perfettamente adatti all'ambiente condiviso.

L'hosting condiviso è anche adatto per gli up-and-comers che non hanno bisogno di molte prestazioni. Quando lanci la tua attività, c'è una buona probabilità che nessuno vedrà il tuo sito web nel primo mese e costruirai il tuo traffico lentamente nei mesi successivi. Puoi iniziare su un host condiviso per risparmiare denaro e passare quando più persone iniziano a visitare il tuo sito.

Se sei nuovo nel mondo del Web e il tuo sito non è mission-critical, ti suggerisco di scegliere il piano più economico che puoi trovare solo per il beneficio di imparare qualcosa di nuovo. È una grande esperienza e ricerca per tempi in cui potresti aver bisogno di prendere una decisione tra un piano VPS da $ 100 e $ 150.

Quando stare lontano da Shared Hosting

L'hosting condiviso non è eccezionale quando si tratta di affidabilità, risorse e sicurezza. Se hai un sito Web mission-critical e puoi permetterti un livello più alto di hosting, dovresti evitare l'hosting condiviso.

Sapere quando non scegliere l'hosting condiviso è semplice: se nessuno dei punti nella sezione "Quando scegliere l'hosting condiviso" si applica a te, dovresti stare lontano.

Se gestisci un sito di e-commerce, ti consiglio di andare con un ambiente non condiviso sin dall'inizio. Se qualcuno non è in grado di visualizzare il tuo blog, hai perso un visitatore. Se qualcuno non riesce a raggiungere uno dei tuoi prodotti, potresti aver perso una vendita.

Scopri cosa stai pagando

Come qualcuno che è stato su entrambi i lati del campo di gioco (come utente ospite e in una posizione di gestione presso un host), il mio miglior consiglio è quello di sapere per cosa stai pagando.

Se spendi solo $ 5- $ 10 al mese per l'hosting, non aspettarti miracoli. Tutti gli host condivisi conosciuti (di cui parleremo in seguito) sono aziende di buon livello. Non sono fuori per prenderti; non prenderanno deliberatamente risorse dal tuo sito web.

Sono aziende oneste che vendono un prodotto economico. Il prodotto è intrinsecamente imperfetto, ma offre a migliaia di clienti la possibilità di avere una presenza web decente.

Per metterlo in numeri, Bluehost ha un uptime di circa il 99,4%. Questo non è eccezionale se lo si confronta con quello di un host di livello superiore, ma in pratica significa che su 100 giorni si verificheranno 14,4 ore di inattività. Ciò si traduce in 8.64 minuti di inattività al giorno, che è lontano dall'essere una tragedia.

Host condivisi

In nessun ordine particolare, qui ci sono otto fornitori di cui ci si può fidare per darti un servizio solido per quanto riguarda l'hosting condiviso:

  • SiteGround
  • InMotion Hosting
  • DreamHost
  • Tempio dei media
  • Vai papà
  • Bluehost
  • HostGator
  • Una piccola arancia

Hosting VPS

L'analogia: Nella nostra analogia a tema ristorante, l'hosting VPS è The Cheesecake Factory. Certamente non si qualifica per le stelle Michelin, ma è un eccellente ristorante e, qualunque sia il tuo gusto, troverai qualcosa che ti piace nel menu. Probabilmente ti lascerai soddisfatto, anche se non lo useresti per intrattenere il tuo cliente più prestigioso.

The Nuts and Bolts

VPS (a volte indicato come cloud hosting) è simile all'hosting condiviso, ma utilizza una tecnologia più robusta per separare gli utenti sullo stesso computer. Rispetto ad un server condiviso, dove si possono avere migliaia di vicini, i sistemi VPS in genere contengono da 5 a 20.

Il numero più basso indica già meno rischi dall'effetto "cattivo vicino", ma ciò che conta di più è Come questi utenti sono separati. I sistemi VPS impiegano un hypervisor che supervisiona un sistema virtuale completo per ciascun utente.

In poche parole, questo significa che un utente non può trarre profitto dalle risorse di un altro. Una macchina con 16 GB di RAM e otto utenti, ad esempio, assegnerà 2 GB a ciascun utente. Quindi, se uno di questi utenti supera l'allocazione di 2 GB, il loro sito potrebbe bloccarsi, ma gli altri siti Web sullo stesso computer non saranno interessati.

Il costo

I cartellini dei prezzi per l'hosting VPS variano molto. Abbiamo esaminato i pacchetti più economici di nove società (elencate di seguito), e il prezzo medio complessivo è di circa $ 25 al mese (questo include un paio di $ 5 al mese molto economici che in realtà non raccomanderemmo).

Un discreto VPS di basso livello dovrebbe arrivare a circa $ 20 a $ 30. Il livello da $ 50 a $ 100 può gestire comodamente la maggior parte dei siti, ma, se hai bisogno di una grinta in più, ci sono piani VPS che raggiungono le migliaia.

Cosa stai pagando

Con i sistemi VPS, stai pagando per tre cose principali:

  • La tecnologia VPS che offre separazione, scalabilità e protezione.
  • Risorse quali memoria, utilizzo del disco rigido e larghezza di banda.
  • Un 'sovrapprezzo' perché i server VPS contengono solo un paio di utenti invece di centinaia – rendendo più difficile sostenere finanziariamente.

Il secondo elemento è il più importante perché è necessario essere consapevoli dell'utilizzo delle risorse del proprio sito. Se si dispone di un sito Web che genera 4 TB di larghezza di banda, non sarà possibile utilizzare il piano $ 5 di DigitalOcean, poiché include solo 1 TB di larghezza di banda.

Il bene

Tutti i lati positivi dell'hosting VPS hanno a che fare con la "V": Virtual. Ciò consente una migliore separazione, ridimensionamento e sicurezza. Andiamo attraverso alcuni dei lati positivi.

  • Le istanze virtuali ricevono limiti di risorse separati, eliminando l'incertezza e consentendo una pianificazione migliore.
  • Il codice dannoso che infetta più istanze virtuali attraverso l'hypervisor non è inaudito, ma è estremamente raro. Puoi essere sicuro che i problemi di sicurezza su un altro account non influenzeranno i tuoi.
  • Poiché le risorse vengono allocate anziché raggruppate, i sistemi VPS possono essere scalati facilmente, rendendoli perfetti per i siti Web in crescita dinamica.
  • Un'istanza virtuale è un livello software autonomo che include il sistema operativo e tutti gli altri bit e pezzi necessari. Dal punto di vista della flessibilità, questo equivale approssimativamente ad avere il proprio server dedicato, consentendo così un maggiore controllo sul proprio ambiente.

Il cattivo

Non ci sono veri lati negativi dei sistemi VPS. Qualsiasi aspetto negativo deve essere misurato rispetto all'obiettivo del tuo sito web. Analizzeremo alcuni di questi problemi, ma tieni presente che questi cambiano da un progetto all'altro.

  • Se hai un altamente sito specializzato in cui è possibile avere il controllo a livello di hardware, l'hosting dedicato potrebbe essere più adatto alle proprie esigenze.I sistemi VPS sono flessibili, ma non infinitamente.
  • Se hai solo bisogno di un posto veloce per riporre un sito web, i sistemi VPS potrebbero essere un po 'costosi e non necessari
  • Se si dispone di un sito Web WordPress, è necessario cercare in hosting WordPress gestito come alternativa. VPS è più flessibile, ma, a causa della natura altamente sintonizzata dell'hosting gestito WordPress, di solito batte VPS in velocità e sicurezza.

Quando scegliere l'hosting VPS

Decidere se il VPS è per te non dovrebbe essere troppo difficile, perché puoi arrivare attraverso l'eliminazione. Ecco alcune domande da porsi:

Il mio progetto è secondario, un test o un budget limitato? In altre parole, ha qualche proprietà che lo qualificherebbe per un account condiviso? Se la risposta è no, la prossima da escludere è l'hosting dedicato.

Il mio progetto richiede un ambiente estremamente raffinato dove io dovere fai tutto il lavoro di sysadmin, ad esempio assicurandoti che il sistema operativo sia aggiornato e che installi tutti i pacchetti di cui ho bisogno? Inoltre, ho il know-how necessario per gestire un server da solo?

Se la risposta è no a nessuno di questi, allora abbiamo escluso l'hosting dedicato. Ti consiglio di pensarci due volte se la tua risposta è sì. A meno che tu non sia seriamente esperto nella gestione dei server, finirai per crearne uno male ambiente ottimizzato: un VPS preimpostato sarebbe molto meglio.

Ora siamo rimasti con l'hosting gestito di WordPress. Prima di tutto: il tuo sito web è basato su WordPress? Se non lo è, allora VPS è la scelta giusta per te. Se lo è, dai un'occhiata ai pro e ai contro dell'hosting gestito da WordPress qui sotto e decidi tu stesso.

La mia posizione è: se ho un sito Web WordPress, sceglierò quasi sempre l'hosting gestito di WordPress, soprattutto se ho intenzione di guadagnare denaro da esso. Altrimenti, potrei mettere alcuni siti WP su un VPS solo per risparmiare denaro.

Quando stare lontano da VPS Hosting

Non esiste uno scenario in cui ti consiglierei di stare lontano dall'hosting VPS: i sistemi VPS si adattano molto bene, quindi, anche se il tuo sito riceve milioni di visualizzazioni, puoi trovare un piano appropriato. Per tutti tranne i siti di traffico più alti (si pensi al New York Times, ecc.) O alle imprese con esigenze molto specifiche (pensate a grandi banche, ecc.), I piani VPS sono una scelta decente.

Con VPS, la domanda non è: "Dovrei stare lontano?" Piuttosto: 'Qualcos'altro sarebbe ancora meglio?' Nel complesso, non si può davvero sbagliare con un VPS – e in caso di dubbio, di solito è una buona alternativa: purché si sappia cosa si sta facendo con esso.

Host VPS

I piani VPS sono offerti da quasi tutte le società di hosting, ma c'è una maggiore discrepanza nella qualità del servizio quando si tratta di server VPS. Di seguito sono elencate otto società ben note nel settore e di cui ci si può fidare per fornire servizi accettabili:

  • Tempio dei media
  • DigitalOcean
  • SiteGround
  • DreamHost
  • InMotion Hosting
  • Bluehost
  • Vai papà
  • Una piccola arancia
  • Linode

Hosting dedicato

L'analogia: Hosting dedicato sta rinunciando a scegliere un ristorante a favore della cucina casalinga. Dopo aver costruito la cucina da soli. Per raggiungere questo obiettivo è necessario un alto livello di competenza, ma è possibile adattare l'ambiente e il prodotto alle proprie esigenze.

The Nuts and Bolts

Quando acquisti un hosting dedicato, stai acquistando un componente hardware e un luogo in cui archiviare l'hardware, con una manutenzione minima inclusa. Una volta installato l'hardware, dovrai occuparti di tutto, dall'installazione e il funzionamento alla configurazione del software del tuo server web (Nginx, Apache e tutto ciò che esso comporta).

La società di hosting sostituirà per te i componenti busted (questo dovrebbe essere un evento raro), ma dovrai mantenere tutto da solo da remoto.

Il prezzo

Abbiamo confrontato i piani più economici di cinque società di hosting ben note (di seguito) e la media era di circa $ 125. L'opzione più economica è quella di Hetzner a $ 52, che, come puoi immaginare, non ti dà molte risorse.

Il prezzo più basso che raccomandiamo è intorno ai $ 130, con prezzi che raggiungono la gamma di $ 500 per le soluzioni di medio livello, e ben oltre le migliaia per le macchine di fascia alta.

Il bene

I server dedicati hanno due enormi vantaggi: tu sei l'unico utente della macchina che acquisti e di solito ottieni molta più larghezza di banda.

Essendo l'unico account su un server, puoi negare completamente gli effetti del vicino cattivo. In effetti, è possibile rinunciare a alcuni provisioner e hypervisor complessi simili a software (che supervisionano più sistemi VPS su una macchina).

È possibile perfezionare l'intero ambiente a proprio piacimento – dall'hardware al server – e disporre di scansione del malware e di altre protezioni personalizzate in base alle proprie esigenze.

L'hosting dedicato è particolarmente utile se si richiedono strumenti di monitoraggio personalizzati o un processo di distribuzione altamente specializzato, che è possibile impostare esattamente come necessario.

Il cattivo

A proposito del più grande svantaggio dei server dedicati è che devi fare tutto da solo. Devi avere un considerevole know-how o un sysadmin affidabile (avranno accesso completo a tutto), il che si aggiungerà ai tuoi costi.

Altri tipi di hosting si prendono cura di molte attività di gestione per te – come assicurarsi che tutto sia aggiornato, applicare patch di sicurezza, dandoti la possibilità di cambiare le versioni di PHP da un'interfaccia utente, una scansione periodica e così via.

Nella maggior parte dei casi, riceverai esattamente nessuna di questi servizi con il tuo server dedicato. Ci sono alcune soluzioni dedicate gestite là fuori, ma avrai bisogno di inventare qualche soldo serio.

Un altro svantaggio è che se si verifica un errore hardware, probabilmente ci vorrà più tempo per risolvere il problema. I sistemi VPS potrebbero non notare nemmeno una RAM sballata – il sistema può diffondere il carico. Con server dedicati, qualcuno deve entrare e sostituire fisicamente il modulo nel computer.

Quando scegliere l'hosting dedicato

L'hosting dedicato non è qualcosa di cui molte persone hanno bisogno. La maggior parte dei progetti, anche di grandi dimensioni, funzionerà senza intoppi su una buona soluzione VPS.

Se, tuttavia, disponi di un sito Web enorme e ha requisiti specifici che richiedono i talenti di un amministratore di sistema a tempo pieno, è il momento di pensare all'hosting dedicato.

È utile anche per i siti di grandi dimensioni che utilizzano server diversi per il front end e il back-end, e forse anche per i loro media, in quanto consente di creare sistemi ridondanti in esecuzione in modo indipendente.

Quando stare lontano dall'hosting dedicato

Se non si dispone delle conoscenze necessarie per configurare un ambiente di hosting da zero o se non si hanno i soldi per assumere un buon amministratore, è necessario evitare l'hosting dedicato.

Un ambiente che è adatto al 90% per il tuo sito è ancora un lotto meglio di una soluzione semi-cotta che è tenuta insieme con del nastro adesivo.

Molti proprietari di siti Web preferiscono cose di lusso come il bilanciamento del carico o l'hosting dedicato perché sono i migliori della tecnologia e si sentono come se il loro sito Web meritasse il meglio del meglio, ma questo è un pensiero imperfetto.

La maggior parte dei proprietari di siti Web non sa cosa significhi "grande" quando si tratta di hosting. Un sito web che guadagna milioni di dollari l'anno, visto da 10 milioni di persone al mese, non è necessariamente grande quando si tratta delle risorse di cui ha bisogno. Se è codificato in modo efficiente, potrebbe facilmente funzionare in modo affidabile su un VPS da $ 250 al mese.

Host Dedicati

Molte aziende offrono hosting dedicato oltre a piani condivisi e VPS. Qui ci sono cinque che sono forse più noti per il loro hosting dedicato:

  • Rackspace
  • Web liquido
  • Hivelocity
  • OVH
  • Hetzner

Managed WordPress Hosting

L'analogia: L'hosting gestito di WordPress sarebbe il servizio di catering durante un matrimonio. A differenza di un servizio di ristorazione, adatta l'esperienza a te, ma impone alcune restrizioni.

The Nuts and Bolts

Managed WordPress hosting è un tipo speciale di hosting che offre numerosi servizi relativi a WordPress. Il server può essere condiviso o VPS, ma non dovrebbe importare perché l'host dovrebbe essere estremamente abile nel mantenere il servizio.

Poiché il provider deve solo supportare una singola applicazione – WordPress – il loro lavoro è molto più semplice. Possono impostare l'intero ambiente, dall'hardware al software, per aumentare la velocità, eliminare i problemi di sicurezza e offrire funzionalità potenti e utili.

Il prezzo

Il piano più economico delle quattro principali società specializzate che offrono un hosting WordPress gestito di alta qualità (elencato sotto) è con Flywheel * – a $ 15 – che offre una capacità di appena 5.000 visite al mese – il che significa che è davvero adatto solo per siti Web di piccole dimensioni) .

Il livello più basso utilizzabile con un host WordPress gestito da specialista (per adattarsi alla maggior parte dei siti) ha circa $ 29. Se sei seriamente interessato alle tue esigenze di hosting WordPress e hai un sito con circa 100.000 visitatori o più al mese, dovrai pagare fino a circa $ 100 al mese (nota: l'hosting gestito di WordPress può facilmente imbattersi in letteralmente $ 1000 al mese se i siti hanno bisogno di un sacco di risorse del server – pensa ai siti con milioni di visitatori mensili).

(* gli host erano soliti ospitare questo stesso sito che stai leggendo adesso)

Il bene

C'è molto da apprezzare sull'hosting gestito di WordPress. La maggior parte dei vantaggi derivano dal dover supportare solo WordPress, consentendo agli host specializzati di perfezionare i propri sistemi e impiegare tempo a sviluppare funzionalità di gestione a portata di mano. Il risultato dovrebbe essere un sito Web che funziona notevolmente più veloce e utilizza meno risorse.

Gli host in genere richiedono l'ultima versione di WordPress, il che significa che sarai sempre aggiornato e più sicuro dai danni. Possono anche vietare determinati plugin noti per causare problemi o contenere vulnerabilità di sicurezza.

Un buon esempio di come l'hosting gestito di WordPress può aumentare il caching del tuo sito. Alcuni host hanno il proprio sistema di caching ottimizzato a livello di server che supererà ogni volta plug-in come W3 Total Cache. In effetti, ti verrà spesso vietato persino l'uso di plug-in di cache regolari, dal momento che spesso entrano in conflitto con i sistemi interni più efficienti dell'host.

Managed WP Hosting ha anche un supporto molto migliore per i problemi relativi a WordPress rispetto ai VPS generici o agli host condivisi, il che non è sorprendente. Si occupano esclusivamente di WordPress – qualcosa che è immediatamente evidente quando parli con uno dei loro tecnici.

Il cattivo

Il più grande svantaggio è la perdita di flessibilità e il prezzo più elevato rispetto ai server VPS. Le stesse funzionalità che rendono più sicuro il tuo sito (che richiede versioni di WordPress, non consentire plug-in e così via) a volte può essere un po 'restrittivo per alcuni siti.

Inoltre, con hosting WordPress specializzato, sei veramente limitato solo a WordPress. Non puoi attaccare velocemente su un sito Joomla o Drupal per vedere come funziona, o creare un sito solo HTML (anche se alcuni host potrebbero tecnicamente permettere questo).

Quando scegliere Managed WordPress Hosting

L'hosting WP gestito è quasi sempre la soluzione migliore per i siti WordPress. Ecco alcune cose da considerare quando decidi se usarlo o meno.

Prima di tutto, è un sito importante? Se non lo è, potrebbe non esserci alcuna ragione per spendere tutti quei soldi per l'hosting. Se si tratta di un blog personale, non c'è molta differenza tra il caricamento in 2,8 secondi su un VPS o l'1,9 su un hosting WP gestito.

Il numero di siti che puoi installare su un account è di solito un collo di bottiglia – spesso solo un sito in effetti – quindi fai attenzione a utilizzare questo tipo di hosting solo quando un sito lo giustifica.

Oltre a questo, se hai un sito grande e / o importante e hai bisogno di assicurarti che funzioni nel modo più fluido e affidabile possibile, vai con l'hosting gestito di WordPress (purché tu possa vivere con le minori restrizioni che impone).

Quando stare lontano da Managed WordPress Hosting

Di nuovo, non c'è molto da cui stare lontano. Per i siti WordPress, l'hosting gestito di WordPress è quasi sempre una soluzione migliore, anche se se non si hanno i soldi, o se si ha bisogno di mettere un po 'di siti in un posto, l'hosting VPS regolare può servire meglio.

Host gestiti da WordPress

Non ci sono troppe soluzioni di hosting WordPress gestite veramente buone sul mercato in questo momento. Ecco i cinque host più noti:

  • Motore WP
  • Volano
  • Kinsta
  • Pagely
  • Pantheon*

(* a differenza degli altri quattro elencati, Pantheon non è in realtà specializzato nell'hosting solo Siti Web basati su WordPress – ospitano anche siti Web gestiti da Drupal).

Conclusione

Proprio come non esiste un ristorante che soddisfi tutti, non esiste nemmeno una soluzione magica, adatta a tutti, per un sito Web: il tipo di hosting di cui hai bisogno dipende in larga misura dai tuoi obiettivi e dalle esigenze del tuo progetto individuale.

Valutare l'importanza del progetto, il suo utilizzo delle risorse previste, quanto sono strette le vostre finanze e leggere i pro e i contro di ogni tipo di hosting per prendere una decisione informata.

Vale la pena ricordare anche che è relativamente semplice cambiare host – e molti dei migliori host WordPress offrono in realtà migrazioni gratuite – in modo che tu possa sempre provarne uno e cambiare idea più tardi se le cose non vanno come previsto.

Buona fortuna e buona caccia in casa!

Guarda il video: Introduzione a Bitcoin

Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: