👉 Il Jetpack più utile per i moduli plugin WordPress - Per ogni sito!

Tema WordPress gratuito per il Blue Rooster

Il plug-in Jetpack WordPress, creato da Automattic (la società dietro a WordPress.com), contiene una serie di funzionalità e funzionalità. Molti di questi non sono correlati, al punto che molti considerano Jetpack non solo un plug-in, ma molti plug-in raggruppati, rendendolo fonte di controversie all'interno della comunità.

Da un lato, c'è chi dice che Jetpack ha troppe caratteristiche indesiderate ("Jetpack Modules", di cui 36), in un unico plugin, rendendolo un accessorio pesante che non fa altro che rafforzare il predominio già travolgente di Automattic all'interno di l'ecosistema di WordPress a spese dei tempi di caricamento della pagina del tuo sito.

D'altra parte, moltissimi siti web (come questo) usano, usano e raccomandano vivamente Jetpack. E poiché Jetpack ora vanta oltre un milione di installazioni attive (prova quindi che un numero enorme di persone lo trova utile), e viene regolarmente aggiornato e migliorato da un team di sviluppatori estremamente attivo, è un plug-in che è assolutamente pronto per continuare a prosperare e crescere.

Per coloro che sostengono che Jetpack causa tempi di caricamento lenti, prendiamo come esempio questo sito Web (che utilizza un numero di moduli Jetpack): l'esecuzione della home page tramite Pingdom produce un risultato di circa 1,5 secondi e il punteggio delle prestazioni di 90/100 – non troppo squallido!

Indipendentemente dal fatto che aggiungerà o meno peso al tuo sito Web, Jetpack verrà fornito con alcuni molto utile moduli davvero. I vantaggi di questi saranno quasi certamente in grado di compensare eventuali lievi riduzioni del tempo di caricamento che potrebbero (o meno) venire come risultato. (Nota: ancor più se confrontato con alcuni dei plug-in alternativi poco forniti che offrono lo stesso tipo di funzionalità.)

In questo post, separeremo il grano dalla paglia evidenziando i primi 15 moduli Jetpack: moduli che pensiamo che sarebbe sciocco non considerare almeno l'abilitazione.

1. Monitor

(Usato su jaredritchey)

La prima caratteristica che dovresti quasi certamente attivare è Monitor.

Come suggerisce il nome, questo modulo monitor il tuo sito web. Più specificamente, monitora i tempi di inattività del tuo sito web.

Con Monitor abilitato, Jetpack controllerà il tuo sito ogni cinque minuti per vedere se è ancora attivo, e nel momento in cui rileva i tempi di inattività ti verrà inviata una notifica via email. Semplice!

Come attivare: Navigare verso Jetpack> Impostazioni> Monitor e fare clic su Attiva.

2. Proteggi

(Usato su jaredritchey)

Il modulo Protect è una delle funzionalità di sicurezza integrate di Jetpack ed è basato su BruteProtect, acquisito da Automattic nel 2016.

Come suggerito dal nome del suo predecessore, Protect aiuta a proteggere il tuo sito web dagli attacchi di forza bruta. Lo fa prendendo informazioni da una base cloud, dove WordPress monitora tutti gli indirizzi IP che hanno tentato senza successo di accedere a un'installazione WordPress collegata a Jetpack troppe volte.

Blocca quindi qualsiasi indirizzo IP che presenta troppi tentativi di accesso su tutti i siti Web abilitati a Jetpack per un determinato periodo di tempo. Questa quantità di tempo non è costante, ma si basa su diversi fattori.

Se hai abilitato il modulo Statistiche di Jetpack, puoi visualizzare il numero di attacchi maligni protetti da Jetpack nella pagina Statistiche.

Come attivare: Navigare verso Jetpack> Impostazioni> Proteggi e fare clic su Attiva.

Il modulo viene inoltre fornito con un'opzione di configurazione che consente di autorizzare un indirizzo IP specifico.

Questo è uno strumento utile per assicurarti di non essere mai escluso dal tuo sito web.

3. Post relativi

(Usato su jaredritchey)

L'aggiunta di post correlati sotto ognuno dei tuoi nuovi post è un ottimo modo per aumentare il coinvolgimento dei visitatori e ridurre la frequenza di rimbalzo assicurando che i lettori abbiano da qualche altra parte sul tuo sito Web dopo aver letto uno dei post del tuo blog.

Questo modulo Jetpack creerà un semplice post correlati visualizzati sotto ciascuno dei tuoi post.

Ecco un esempio di come si presenta il modulo dei post correlati di Jetpack in uno dei nostri post recenti che esamina tre popolari produttori di pagine di destinazione.

Come puoi vedere, il modulo giudica con precisione il contenuto del post e i link a tre altri post centrati su temi di pagina di destinazione e / o di creazione pagina.

Come attivare: Navigare verso Jetpack> Impostazioni> Post correlati e fare clic su Attiva.

Hai anche un paio di opzioni di configurazione, trovate nel tuo Impostazioni> Lettura pagina.

Puoi scegliere di disattivare l'intestazione correlata e / o disattivare la visualizzazione di ciascuna delle immagini in evidenza dei post sopra il link.

4. Distribuzione migliorata

(Usato su jaredritchey)

Il modulo Enhanced Distribution Jetpack aiuta a promuovere i tuoi contenuti e a sviluppare la sua portata in due modi:

  1. Invio dei post ai motori di ricerca e ad altri servizi di terze parti, inclusi quelli non inclusi in Ping-o-Matic.
  2. Invio dei tuoi post su WordPress.com Firehose.

Se non hai familiarità con Firehose (lo ero anche io fino a quando ho iniziato su questo post), puoi saperne di più su WordPress.com qui.

Il riepilogo di base è che Firehose è un flusso di post (che può ottenere più di 1 milione al giorno) pubblicato sui siti Web di WordPress.com.

Alcune persone usano Firehose per trovare fantastici contenuti da visualizzare sui propri siti web. Quando queste persone usano Firehose da mostrare il tuo contenuto sui loro siti web, si collegano al tuo post originale, condividendo il loro pubblico con te.

Come attivare: Navigare verso Jetpack> Impostazioni> Distribuzione avanzata e fare clic su Attiva.

5. Spelling e grammatica

(Usato su jaredritchey)

Il modulo Spelling and Grammar utilizza un servizio di correzione di bozze da After the Deadline per rivedere i tuoi contenuti.

Se guardi la homepage di After the Deadline, vedrai che il servizio afferma di venire con quanto segue:

  • Controllo ortografico contestuale
  • Controllo di stile avanzato
  • Controllo grammaticale intelligente

Una volta attivato il modulo, avrai una nuova icona di revisione nella barra degli strumenti sulla vista visiva dell'editor di post. Dopo aver finito di scrivere il tuo post, fai clic sull'icona per evidenziare eventuali errori di grammatica / parole errate.

Facendo clic su ciascuna parola evidenziata verrà visualizzato un elenco di correzioni (oltre a ignorare una volta e ignorare sempre le funzioni).

Ortografia e grammatica supporta le seguenti cinque lingue:

  • Inglese
  • francese
  • Tedesco
  • portoghese
  • spagnolo

Come attivare: Navigare verso Jetpack> Impostazioni> Ortografia e grammatica e fare clic su Attiva.

Il modulo include anche numerose potenti opzioni di configurazione che è possibile personalizzare in Utenti> Il tuo profilo pagina. Ciò significa che puoi impostare regole grammaticali diverse per utenti diversi, il che è un bel tocco per i siti web con utenti di più paesi.

Sono disponibili diverse regole di stile che è possibile configurare e puoi persino aggiungere parole o frasi specifiche che il correttore di bozze può ignorare.

6. Fotone

Un altro modulo Jetpack altamente utile è Photon.

Photon è essenzialmente il CDN di WordPress.com (rete di content delivery – clicca qui per saperne di più), che può ospitare le immagini del tuo sito web e consegnarle ai tuoi visitatori in base alla loro posizione geografica. In genere, l'impostazione di una rete CDN può ridurre i tempi di caricamento della pagina di un margine significativo.

Ma Photon aumenta effettivamente la velocità di caricamento della pagina?

A quanto pare, sì.

Ho un'installazione di WordPress che uso per testare tutti i plugin / temi che recensisco. Come tutti gli altri moduli che ho provato, ho attivato Photon sull'installazione.

Questo era il tempo di caricamento della mia pagina prima di Photon (tieni presente che questa installazione ha pochissimi contenuti, motivo per cui il tempo di caricamento era già piuttosto basso).

Questo è il mio tempo di caricamento dopo Photon.

Come puoi vedere, c'è un netto decremento di circa ~ 300ms, dare o avere.

Inoltre, questo risultato non era incoerente. Ho eseguito il mio sito web più volte tramite Pingdom dai quattro centri di test disponibili e ho ottenuto sempre più basse velocità del sito web rispetto a prima che attivassi Photon.

Anch'io non sono solo nei miei risultati – Jacco di Sitepoint ha anche osservato un aumento del 20% della velocità del sito dopo aver provato Photon sul suo sito web.

Come attivare: Navigare verso Jetpack> Impostazioni> Photone fare clic su Attiva.

(Nota del redattore: la nostra alternativa top pick, usata su jaredritchey: MaxCDN.)

7. Sitemaps

Questo semplice modulo elimina qualsiasi necessità di creare e caricare la tua sitemap sul tuo sito web tramite un file manager o utilizzando un altro plugin esterno come Google XML Sitemaps.

Basta attivare questo modulo e Jetpack creerà automaticamente due sitemap sul tuo sito web ai seguenti indirizzi:

  • //example.com/sitemap.xml (per tutti i motori di ricerca)
  • //example.com/news-sitemap.xml (adattato per Google News)

Ecco come si presenta la sitemap su mywebsite.com/sitemap.xml.

Si noti il ​​blurb in alto che pubblicizza che la sitemap è una funzionalità Jetpack. Non posso dire che mi piaccia quel blurb, ma in realtà non influisce molto.

Come attivare: Navigare verso Jetpack> Impostazioni> Sitemap e fare clic su Attiva.

(Nota del redattore: la nostra alternativa migliore: Google XML Sitemaps.)

8. Moduli di contatto

Se non disponi del budget per i plug-in di moduli di contatto premium come Gravity Forms o Ninja Forms, non puoi davvero sbagliare con il modulo di contatto incorporato di Jetpack.

Come puoi vedere nella gif qui sotto, l'interfaccia utente è abbastanza semplice e facile da usare. E anche se le opzioni di personalizzazione sono piuttosto limitate, il fatto è che la funzionalità è più che sufficiente per servire un grande affare (forse anche la maggioranza) degli utenti di WordPress che semplicemente non hanno sempre bisogno di tutti i campanelli e fischietti.

Ecco come appare un modulo di contatto campione sul mio front-end.

Il design potrebbe essere di base, ma non si può certo chiamarlo male.

Come attivare: Navigare verso Jetpack> Impostazioni> Modulo di contatto e fare clic su Attiva.

(Nota del redattore: la nostra alternativa top pick, usata su jaredritchey: Gravity Forms.)

9. CSS personalizzato

Il modulo CSS personalizzato di Jetpack è semplice e consente l'editing CSS sul tuo sito web.

Una volta attivato il modulo, puoi accedere all'URL esempio.com/wp-admin/themes.php?page=editcss e aggiungere un foglio di stile personalizzato al tema.

La pagina di modifica consente inoltre di modificare la modalità del foglio di stile (aggiungere o sostituire completamente il foglio di stile del tema), aggiungere un preprocessore (LESS o Sass) e limitare le larghezze del supporto a una dimensione specifica.

La pagina include collegamenti rapidi a un'esercitazione per principianti su WordPress.com e il forum su temi e modelli su WordPress.org.

Come attivare: Navigare verso Jetpack> Impostazioni> CSS personalizzato e fai clic su Attiva.

10. Markdown

Il modulo Markdown, come puoi probabilmente immaginare, ti permette di creare nuovi contenuti in WordPress usando la sintassi markdown.

Markdown è un linguaggio di markup molto leggero e dettagliato che ti consente di aggiungere una semplice formattazione del testo. L'enfasi è sulla semplicità e leggibilità.

Considerando che le tendenze del design di oggi premiano il minimalismo, così come la popolarità delle piattaforme di blogging come Ghost (che utilizza esclusivamente il markdown per la formattazione del testo), questo modulo non è davvero una cattiva idea.

Personalmente, mi attengo ancora alla barra degli strumenti dell'editor visivo durante la formattazione del mio testo, ma sicuramente ci sono alcune persone che trovano Markdown un modo più semplice per scrivere.

Come attivare: Navigare verso Jetpack> Impostazioni> Markdown e fai clic su Attiva.

11. Omnisearch

Il modulo Omnisearch è un'altra parte di Jetpack con uno scopo molto semplice: ti permette di cercare post, pagine, media, commenti e plug-in sul tuo sito web con un clic.

Dopo aver attivato Omnisearch, vai a Jetpack> Omnisearch, digita la tua parola chiave e premi invio.

I risultati vengono caricati abbastanza rapidamente e tutti in un'unica pagina.

Come attivare: Navigare verso Jetpack> Impostazioni> Omnisearch e fai clic su Attiva.

(Nota del redattore: la nostra alternativa top pick, usata su jaredritchey: Relevanssi.)

12. Pubblicizza

Publicize è un altro modulo Jetpack che aiuta a promuovere i tuoi post e a farti presto del traffico subito dopo la pubblicazione.

Questa caratteristica ingegnosa uccide sei piccioni con una fava condividendo automaticamente i tuoi nuovi post su sei dei tuoi account sui social media (attualmente sono supportati Facebook, Twitter, G +, Path, Tumblr e LinkedIn).

Puoi anche decidere se consentire a ciascun utente di pubblicare i suoi nuovi post sugli stessi account dei social media.

Una volta configurato il modulo, puoi iniziare a usarlo nel nuovo editor di post.

Per ogni nuovo post, è possibile selezionare quali reti connesse utilizzare la funzionalità di condivisione automatica e includere un messaggio personalizzato.

Come attivare: Navigare verso Jetpack> Impostazioni> Pubblicizza e fai clic su Attiva.

Una volta attivato il modulo, dovrai collegare i tuoi account di social media, cosa che puoi fare con Impostazioni> Condivisione pagina. Ogni connessione richiede solo due o tre clic.

13. Wp.me Shortlinks

Gli shortlink di Wp.me sono ancora un altro modulo utile. Questo abilita i collegamenti rapidi wp.me per i tuoi post e pagine.

Questi shortlinks non sono solo migliori degli shortlinks bit.ly e goo.gl, ma possono anche essere creati con un solo clic direttamente dall'editor dei post, come visto sopra.

Come attivare: Navigare verso Jetpack> Impostazioni> Wp.me Shortlinks e fare clic su Attiva.

(Nota dell'editore: la nostra alternativa top pick: WP Bitly.)

14. Verifica del sito

Se hai mai utilizzato Google Analytics, saprai che c'è una fase di verifica nel processo di installazione in cui ti viene richiesto di aggiungere un po 'di codice in uno dei tuoi file PHP.

Questo modulo semplifica la configurazione, consentendo di verificare rapidamente e facilmente il tuo sito per i servizi Google, Bing e Pinterest.

Una volta attivato il modulo, tutto ciò che devi fare è aggiungere il codice richiesto a un'area di testo dedicata sotto il tuo Strumenti> Strumenti disponibili pagina.

Non più armeggiare nell'editor dei temi.

Come attivare: Navigare verso Jetpack> Verifica del sito e fare clic su Attiva.

15. Visibilità widget

Il modulo finale su questa lista, Widget Visibility, è sicuramente uno dei miei preferiti.

Il modulo ti consente di limitare la visibilità di ciascuno dei widget del tuo sito: ad esempio, puoi scegliere di visualizzare un widget di ricerca nella barra laterale solo su una pagina di errore 404.

Ecco che widget di visibilità limitata in azione.

Pulito, eh?

Come attivare: Navigare verso Jetpack> Visibilità widget e fare clic su Attiva.

(Nota del redattore: la nostra alternativa top pick, usata su jaredritchey: WooSidebars.)

Pensieri finali

Molte persone tendono a scartare Jetpack semplicemente perché sovrastimano l'impatto della velocità (che è davvero minimo) o pensano che la complessità aggiuntiva non valga la pena di aggiungere funzionalità.

La verità è, tuttavia, che per molti utenti, Jetpack è una vera manna dal cielo – che consente loro di accedere a una vasta gamma di funzionalità diverse (vedi sopra) che miglioreranno significativamente il loro sito / sito, tutto impacchettato in un unico, estremamente ben supportato plugin .

Se non stai già utilizzando Jetpack, ora è il momento di dargli qualche considerazione seria!

Utilizzi Jetpack? Se sì, quali altri moduli / caratteristiche pensi che valga la pena considerare?

Guarda il video: Gallo decaduto, silenzioso. Andaluso blu.

Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: