👉 25 strategie collaudate per aumentare il traffico del tuo blog del 1064%

Pagina ufficiale delle aziende di hosting WordPress consigliate

Sei frustrato dal basso traffico del blog? Non preoccuparti: il traffico non è scienza missilistica e non è necessario reinventare la ruota. In questa guida, condivideremo 25 strategie comprovate (con 7 casi di studio) per aumentare il traffico del tuo blog del 1064%.

Ci immergeremo nelle strategie di traffico del blog e negli studi di casi in appena un minuto, ma prima di farlo, copriamo brevemente le basi della generazione del traffico …

Una volta comprese queste semplici verità, non sarai più intimidito da enormi blog con tonnellate di traffico. Invece, sarai armato con il know-how per afferrare quel traffico per te stesso.

(Sì, anche se sei solo una piccola startup, o un imprenditore solista.)

Contenuto

I soli 2 tipi di traffico blog

Prima di tutto, ci sono solo due tipi di traffico: organico e pagato.

Traffico organico è il traffico che ottieni in modo naturale senza doverlo "forzare".

La più grande fonte di traffico organico è traffico di ricerca: il traffico che si ottiene quando una persona digita una domanda o una parola chiave in Google, il tuo post sul blog viene visualizzato nei risultati e viene fatto clic su di esso.

Tuttavia, il traffico organico può anche includere traffico di riferimento (quando qualcuno fa clic su un link al tuo blog da un altro sito web), o traffico diretto (quando qualcuno digita l'URL direttamente nel browser o fa clic su un link in un'email).

Traffico a pagamento è il traffico che "imponi" con la pubblicità.

Uno dei nostri tipi preferiti di pubblicità è la pubblicità su Facebook. Tuttavia, il traffico a pagamento può includere anche Google AdWords, banner pubblicitari, annunci Twitter e altro ancora.

Perché ci sono questi due tipi di traffico, non hai mai veramente un "problema" di traffico.

Cioè, puoi sempre pagare per il traffico ogni volta che ne hai bisogno, specialmente all'inizio.

Tuttavia, il traffico organico è una parte importante di qualsiasi strategia di content marketing a lungo termine, quindi non trascurarlo (vedrai perché più avanti in questo articolo).

Le sole 2 cose di cui hai bisogno per ottenere il primo posto su Google

Il traffico a pagamento è ovviamente il modo sicuro per ottenere il traffico, non importa quale. Ma quanto è semplice ottenere traffico organico?

Il traffico di ricerca organico non lo è quasi complicato come potresti pensare.

Per superare i concorrenti alla pagina 1 di Google, tutto ciò che devi fare è mostrare a Google 2 le cose:

  1. Che il tuo contenuto sia il migliore
  2. Che il tuo contenuto sia il più pertinente.

E 'così semplice.

Per mostrare che il tuo contenuto è il migliore, rendi il tuo contenuto il migliore! Metti in luce i tuoi concorrenti con articoli migliori e dimostra che i tuoi contenuti sono i migliori chiedendo ad altri blog di condividerli.

Per mostrare che il tuo contenuto è il più pertinente, ottimizzare i tuoi post per parole chiave pertinenti.

(Parliamo di ciascuno di questi due componenti all'interno degli studi di caso qui sotto.)

OK, ora conosci i 2 tipi di traffico e le 2 cose necessarie per ottenere traffico organico. Quindi, come integrare queste diverse fonti di traffico per aumentare il traffico del tuo blog, sia oggi che negli anni a venire?

Diamo un'occhiata a 7 casi di studio, iniziando dal modo in cui guidiamo il traffico proprio qui a Jared Ritchey …

Caso di studio n. 1: How We Grew Jared Ritchey Blog a 600k + Visite mensili

La strategia del traffico del blog che stiamo per condividere con voi è semplice. Ma mentre è semplice, la maggior parte dei blogger non pensa di far crescere il proprio traffico in questo modo.

Questa strategia in 5 passaggi ha fatto crescere il blog di Jared Ritchey molto velocemente.

Pronto a sentire come l'abbiamo fatto? Ecco il nostro processo di traffico del blog in 5 passaggi esatti …

1. Attenersi agli articoli del pilastro

Nella nostra scrittura, ci concentriamo sulla scrittura uno articolo del pilastro che copre tutto, piuttosto che scrivere un sacco di post di blog diversi tutti relativi allo stesso argomento. (Gli articoli del pilastro sono i post di massima qualità che guidano la maggior parte del nostro traffico.)

Ad esempio, uno dei nostri articoli sul pilastro di Jared Ritchey è 30 idee di aggiornamento dei contenuti per far crescere la tua lista di email. Questo post è attualmente al primo posto in Google per "idee di aggiornamento dei contenuti" …

# 2 per "esempi di aggiornamento del contenuto" …

e # 4 per "aggiornamento del contenuto" …

Come puoi vedere, questo post si posiziona bene per diverse ricerche relative agli aggiornamenti dei contenuti perché ci siamo concentrati sulla creazione del miglior articolo possibile sull'argomento, in modo che gli utenti possano trovare tutto contemporaneamente anziché creare più articoli sugli aggiornamenti dei contenuti, rendendo più difficile la ricerca da parte degli utenti tutte le informazioni di cui hanno bisogno.

2. Aggiorna i vecchi contenuti

Poiché i nostri articoli a pilastro sono utili ai lettori e attirano molto traffico, ci assicuriamo di aggiornarli regolarmente.

Aggiungiamo ulteriori informazioni nel nostro contenuto per renderlo migliore e più pertinente.

A Google piacciono gli articoli che sono fresco e nuovo. Ma piuttosto che scrivere un post nuovo di zecca, prendiamo semplicemente il vecchio articolo del pilastro e lo rinnoviamo, il che rende facile per gli utenti trovare sempre i contenuti più utili.

Infatti, lo abbiamo fatto con il nostro post di aggiornamento dei contenuti solo la settimana scorsa.

Ecco come ci piace aggiornare i vecchi contenuti:

  • Migliora il contenuto
  • Aggiungi più contenuti
  • Aggiungi altre immagini / screenshot
  • Rimuovi eventuali informazioni obsolete
  • Aggiungi informazioni più aggiornate
  • Aggiungi parole chiave LSI: queste sono le parole chiave relazionato alla nostra parola chiave principale

Per trovare parole chiave LSI da aggiungere al tuo post, digita semplicemente la parola chiave principale in Google, quindi scorri verso il basso fino alla fine della pagina …

Tutte queste ricerche correlate sono parole chiave LSI che puoi inserire nel tuo post.

Un altro ottimo strumento che è possibile utilizzare per trovare le parole chiave LSI è LSI Graph. Basta inserire la parola chiave principale e genererà un elenco di parole chiave correlate.

Una volta scritta una versione aggiornata del post precedente del blog, aggiorneremo manualmente il post precedente e sposteremo la data di pubblicazione in avanti.In questo modo, non perdiamo i nostri share share sociali e il relativo slancio dalla versione precedente.

3. Contenuto del pilastro di Crosslink

Google ha un tempo molto più facile per indicizzare i tuoi contenuti e capire quali sono i contenuti più importanti, quando tu reticolazione i tuoi post

Il collegamento incrociato significa semplicemente che i tuoi nuovi post sul blog includono link a post precedenti del blog. Dedichiamo grande attenzione all'aggiunta di tanti link al nostro pilastro il contenuto possibile, quindi ha un tempo più facile classifica nei motori di ricerca.

Inoltre, a differenza dei backlink, il crosslinking è interamente sotto il tuo controllo. È il frutto appeso più basso.

Il nostro co-fondatore, Syed Balkhi, rende ogni giorno un "gioco" per aggiungere 10 collegamenti incrociati ogni giorno, e ho iniziato a fare lo stesso. (Si ferma comunque alle 10, perché questo esercizio dovrebbe essere divertente, non come un lavoro ingrato).

OK, ora che hai i tuoi collegamenti incrociati, è ora di passare a ritroso …

4. Genera collegamenti a ritroso

I link a ritroso (link su altri siti Web che rimandano al tuo sito web) sono un fattore di posizionamento SEO molto importante in Google. Questo perché Google guarda quanti backlink hai (e quanto autorevoli sono quei backlink) nel determinare l'importanza del tuo articolo.

I backlink sono più difficili da ottenere rispetto ai collegamenti incrociati (ovviamente), ma sono l'oro assoluto per le classifiche di ricerca.

Fortunatamente, Syed ha un semplice processo per la creazione di link. Quando ha condiviso questa intuizione con BuzzSumo, hanno ottenuto oltre 200 backlink organici con questa strategia!

Ecco come funziona:

In primo luogo, traccia le menzioni del tuo marchio. Puoi impostare un avviso con Google (c'è un tutorial in questo post) oppure puoi utilizzare BuzzSumo per monitorare tutte le citazioni del tuo marchio. Quelli che non hanno alcun link saranno evidenziati.

Successivamente, invia un'email agli autori dei post e ringraziali per la menzione. Quindi chiedi loro se non gli dispiacerebbe collegare il tuo sito.

Nell'esperienza di Syed, la maggior parte degli autori dice "sì" … dopo tutto, essi sono stati quelli che ci hanno menzionato in primo luogo! Risulta, molte persone ti menzioneranno senza pensare di includere un link, e di solito sono felici di accontentarti.

5. Potenzia i nuovi post

Come potete vedere, la nostra strategia del traffico finora si è concentrata principalmente sul traffico di ricerca organico.

La bellezza del traffico organico è che praticamente non muore mai. Metti il ​​lavoro oggi, e i tuoi post ti porteranno tonnellate di traffico per molto tempo a venire. (Purché, naturalmente, siano di alta qualità e difficili da superare, in caso contrario tornate al punto 2!)

D'altra parte, quando smetti di pagare per gli annunci, il traffico si ferma

Ecco perché amiamo il traffico organico. Ma, sfruttiamo anche il traffico a pagamento. Il traffico a pagamento è eccellente per potenziare nuovi contenuti. Quando si forza il traffico verso i nuovi post del blog in un breve lasso di tempo, si crea uno slancio. Le persone iniziano a condividere il post sui social media, il che aiuta Google a vedere che il tuo nuovo post è importante.

Quindi mentre non lo facciamo fare affidamento sulla pubblicità a pagamento, lo usiamo a nostro vantaggio.

Non dimenticare il traffico diretto dalla tua mailing list.

A parte gli annunci a pagamento, non dimenticare la fonte di traffico che (si spera) abbia già- la tua mailing list!

Mentre indirizzare il traffico verso i post del tuo blog tramite la tua mailing list no direttamente portare a nuovi contatti, è un altro buon modo per aumentare il traffico verso i tuoi nuovi contenuti e aumentare lo slancio.

Inoltre, il contenuto del tuo blog è veramente importante per nutrire i tuoi contatti e trasformarli in clienti. Dimenticare di inviare regolarmente la tua lista via email con nuovi contenuti nuovi è come dimenticare di innaffiare la tua pianta- morirà.

(Nota: se non hai ancora iniziato a creare una mailing list, tu bisogno per leggere la nostra guida definitiva all'e-mail marketing.)

OK, ora che lo sai nostro Processo di traffico del blog in 5 passaggi, vorremmo condividere altri 6 casi di studio con te altro aziende che hanno anche aumentato con successo il loro traffico sul blog.

Questi approcci mettono in evidenza elementi importanti di cui hai bisogno per qualsiasi strategia di content marketing, quindi aggiungi questi suggerimenti all'arsenale del tuo blog seguendo i 5 passaggi sopra descritti.

Caso di studio n. 2: come SnackNation ha generato 41.992 visualizzazioni di pagina utilizzando la tecnica di Skyscraper

Emil Shour, che gestisce il content marketing e SEO di SnackNation, ha utilizzato questa tecnica per generare 41.992 visualizzazioni di pagina, una posizione n. 1 e $ 100.000 di entrate ricorrenti mensili. Brian Dean chiama questa "tecnica del grattacielo".

Ecco cosa ha fatto …

6. Trova contenuti che sono già in classifica per la tua parola chiave

Innanzitutto, Emil ha effettuato alcune ricerche con parole chiave con lo strumento per la pianificazione delle parole chiave di Google.

Ha stabilito che la query "idee per programmi benessere" è una parola chiave che i suoi clienti cercano ogni giorno e che ha anche un'offerta elevata suggerita.

Questo è importante perché significa che molte persone pubblicano AdWords con questa parola chiave, il che significa che dietro questa parola chiave c'è un forte intento commerciale. (In altre parole, le persone che cercano "idee per programmi benessere" di solito cercano di effettuare un acquisto.)

Successivamente, Emil ha cercato il contenuto che era già classificato per quella parola chiave.

Scoprì che la maggior parte dei risultati a pagina 1 erano elenchi di diverse idee per i programmi di benessere, ma non erano molto dettagliati, mancavano di contenuti visivi e erano piuttosto noiosi. Potrebbe fare di meglio.

Così ha fatto …

7. Crea qualcosa di ancora migliore

Ora che Emil sapeva quale parola chiave voleva raggiungere, e conosceva i punti di forza e di debolezza della sua competizione per quella parola, si era proposto di creare qualcosa di meglio.

In primo luogo, ha scritto un post di elenco, ma ha fatto in modo che il suo post elencati più idee per programmi di benessere rispetto a qualsiasi altra guida.Mentre gli altri post includevano 5-100 idee, il post di Emil comprendeva 120.

Quindi, ha reso questa lunga lista ancora migliore dividendo le idee in 7 sezioni diverse. Ciò ha reso più facile per il lettore saltare a una particolare sezione.

Successivamente, Emil ha aggiunto immagini accattivanti e video utili per rendere il suo contenuto visivamente più accattivante.

Alla fine, ha reso la sua copia casual, divertente e interessante.

Ora che il post epico di Emil era in diretta, era ora di promuovere.

8. Raggiungi le persone giuste

Innanzitutto, Emil ha trovato blog che scrivevano sul benessere degli impiegati e inviò loro un messaggio che chiedeva se avessero avuto ritiri imminenti nelle opere, perché aveva alcuni fantastici contenuti originali che sarebbero stati perfetti per il loro sito.

Queste e-mail hanno portato ad alcuni backlink contestuali di qualità.

Ha anche cercato dei blogger che scrivessero sul benessere degli impiegati, sulle risorse umane e su altri argomenti correlati e trovato pezzi di contenuto di alta qualità come questo.

Ha mandato un'email all'autore, offrendo il suo articolo come una grande aggiunta a un prossimo post sul blog sull'argomento.

Ciò ha comportato un altro grande backlink, sotto forma di un post di retata.

Quindi, Emil ha inviato via email i marchi che ha menzionato nel post, più eventuali esperti che hanno contribuito al post, e quelle persone hanno condiviso il post sui social media.

Infine, ora che ha avuto un certo slancio da tutte le condivisioni sociali, Emil ha fatto delle ricerche per vedere chi si è collegato ai primi 50 risultati per la sua parola chiave.

Ha usato Ahrefs Site Explorer per trovare i link a ritroso per ciascuno dei 50 articoli principali.

Quindi, ha mandato un'email a ciascuna di quelle persone per fargli sapere del suo articolo nuovo di zecca.

Ecco un esempio di un'email che ha inviato.

Queste e-mail hanno portato a ritroso che ha spinto la guida di Emil al # 1 nei risultati di ricerca, soprattutto i suoi concorrenti!

Tuttavia, Emil non si è fermato qui.

Ricorda, un ranking # 1 in Google è ottimo e tutto, ma non si tradurrà in entrate per la tua attività a meno che tu non abbia una solida strategia di lead generation.

Quindi, Emil ha sfruttato appieno la sua posizione numero 1 creando un aggiornamento dei contenuti usando Jared Ritchey.

Il suo aggiornamento del contenuto era semplicemente una versione PDF del post del blog. Ha usato molto elegantemente un optin in 2 fasi (usando MonsterLinks), perché aggiornamenti dei contenuti + optins in 2 fasi hanno dimostrato di aumentare le conversioni fino al 785%.

La sua chiamata all'azione all'interno del post del blog assomigliava a questo:

E quando clicchi su MonsterLink, questo modulo di optin si apre:

Vuoi un optin in 2 fasi simile per il tuo blog? Inizia a utilizzare Jared Ritchey per convertire i visitatori del sito Web in abbonati e clienti.

Aggiungendo l'aggiornamento del contenuto, SnackNation è passato da 20 nuovi abbonati alla settimana a 59 alla settimana, questo è un 195% aumentare i nuovi lead, che a loro volta hanno portato a $ 100K in entrate ricorrenti mensili.

Key takeaway: paga per classificare in Google, e quindi sfruttare quella classifica con gli aggiornamenti del contenuto.

Case study n. 3: come un blogger ha generato traffico di ricerca pari al 342,35% con il guest blogging

In questo prossimo case study, vedremo qualcuno che ha utilizzato 31 post per aumentare il traffico dei motori di ricerca del 342% …

9. Blog degli ospiti per ritroso di qualità

Utilizzare una campagna di blogging guest per generare traffico sul blog può essere una buona strategia, ma è importante affrontarla con obiettivi chiari in mente.

Quando entrò Bamidele Onibalusi il suo guest blogging campaign, ha avuto i seguenti obiettivi:

  1. Pubblica 31 post sui blog di autorità nel settore
  2. Acquisisci backlink naturali e di qualità da quei blog
  3. Non spendere più di 1 settimana per scrivere e inviare i post

È importante notare che Bamidele non si aspettava di ricevere molto traffico direttamente da questi post degli ospiti. Il suo obiettivo principale era ottenere ritroso di qualità, in modo che il suo proprio i post sarebbero classificati in Google. Quindi, sperava di ottenere di conseguenza il traffico dei motori di ricerca a lungo termine.

Ora, so cosa potresti pensare … Matt Cutts non ha detto che non dovresti blog ospite come un modo per ottenere link?

Beh, sì, sì, ma Matt stava parlando di spammer – persone che scrivono post per ospiti di bassa qualità con l'unico scopo di ottenere facili backlink. Quindi, a meno che tu non sia uno spammer, non devi preoccuparti. Scrivi messaggi di qualità o assumi un buon scrittore di fantasmi per scrivere messaggi di qualità per te.

Detto questo, diamo un'occhiata ai risultati di Bamidele. Come si può vedere dallo screenshot qui sotto, il suo traffico organico settimanale per un anno prima della campagna di blogging ospite non ha mai raggiunto quasi 3.000 visite.

Tuttavia, un anno dopo la campagna, il traffico organico era cresciuto fino a circa 2.500-5.000 visite settimanali.

Bamidele riferisce che il sito ha una media di 139 visitatori del motore di ricerca al giorno un anno prima della campagna e una media di 477 visitatori del motore di ricerca al giorno un anno dopo la campagna. Riferisce inoltre che non sono state utilizzate altre tattiche SEO, solo questa campagna ospite di blogging da solo.

Quindi questo è un 342% aumento del traffico dei motori di ricerca da prendere una settimana per scrivere 31 post degli ospiti.

Ora, potresti non avere il tempo di prendere un'intera settimana solo per scrivere i post degli ospiti. Se lo fai, bene. In caso contrario, assumete qualcuno che lo faccia per voi e ne raccolga i benefici per molto tempo a venire.

Key takeaway: quando fai il guest blogging, aumenta il traffico dei motori di ricerca scrivendo contenuti di qualità per i blog di autorità nella tua nicchia.

Caso di studio n. 4: come Canva ha aumentato il traffico sul blog del 226% concentrandosi sulle persone

Pur tenendo presente i motori di ricerca, è sempre utile concentrarsi sulle persone primo. Se lo fai, Google ti premierà.

Bene, questo è esattamente ciò che Canva ha fatto in questo prossimo caso di studio …

10. Studia la competizione

Nel tentativo di aumentare il traffico del proprio blog, Canva sapeva che avevano bisogno di migliorare la qualità dei loro contenuti. Ma prima, avevano bisogno di scoprire quale fosse il vero contenuto sul loro argomento.

Quindi, hanno studiato la loro competizione. Usando BuzzSumo per trovare i post più popolari nel loro settore, hanno trovato gli argomenti più popolari e il tipo di contenuto che ha funzionato al meglio.

Vale a dire, nello spazio di progettazione, hanno scoperto che c'è più richiesta di modelli, icone e combinazioni di colori gratuiti rispetto a informazioni su come crearli. Hanno anche scoperto che il miglior contenuto variava tra 2.000 e 2.500 parole e che gli studi di caso hanno ottenuto buoni risultati.

Questa informazione era importante perché prima erano focalizzati sulla scrittura di tutorial, che non era quello che il mercato voleva davvero.

11. Dai ai tuoi lettori ciò che vogliono veramente

Successivamente, Canva esaminò i loro proprio lettori per scoprire di cosa volevano leggere.

Piuttosto che un sondaggio tradizionale, hanno usato la loro e-mail di benvenuto per chiedere ai nuovi abbonati la loro più grande sfida.

Un sacco di persone hanno risposto e le risposte li hanno aiutati a fare il loro contenuto veramente utile.

12. Regola i tuoi titoli

Quando si trattava di creare effettivamente il contenuto, Canva seguiva le best practice per scrivere i più alti titoli di conversione possibili.

Tuttavia, a volte mancavano ancora il marchio.

Ad esempio, un post che hanno scritto era originariamente intitolato "Perché Steve Jobs ha preso lunghe passeggiate e perché dovresti farlo". Questo non ha funzionato molto bene.

Così, hanno deciso di cambiare il titolo e ripubblicare l'articolo. Il nuovo titolo, "Why Everyone From Beethoven, Goethe, Dickens, Darwin a Steve Jobs ha preso lunghe passeggiate e perché dovresti farlo", ha fatto tanto meglio … in effetti, ha ricevuto più di 70,000 condivide dal cambio di titolo!

13. Rendi definitivi i tuoi post

Canva ha fatto un'altra decisione guidata dalla ricerca di utilizzare più esempi e casi di studio nei loro articoli.

Per loro, questo significava un passaggio da articoli basati su tutorial, e una maggiore enfasi su come un designer professionista avrebbe implementato un particolare principio del web design.

Questo cambiamento ha dimostrato la loro credibilità e la loro autorità nello spazio del design. Puoi fare lo stesso, indipendentemente dall'industria in cui ti trovi. Semplicemente rendi i tuoi post definitivi includendo esempi concreti e casi di studio (come quello che stiamo facendo in questo articolo).

14. Aggiungi più immagini e contenuti multimediali

Infine, Canva ha realizzato che il contenuto visivo viene condiviso di più. Infatti, gli articoli con immagini ottengono il 94% di visualizzazioni in più rispetto a quelli senza.

Canva sapeva già che le immagini erano importanti. Ma mentre studiano i contenuti più popolari dei loro concorrenti, sono rimasti sorpresi nel vedere come molti immagini che hanno incluso. Così, hanno deciso di aumentare sistematicamente il numero di immagini nei loro post per vedere l'effetto.

Abbastanza sicuro, più immagini hanno usato, più il loro traffico è aumentato!

Hanno eseguito l'intero esperimento di contenuti per 60 giorni e il risultato finale è stato un 226% aumento del traffico.

Come bonus aggiuntivo, il loro traffico da social anche aumentato di quasi 500%, anche se in quel periodo avevano completamente ignorato la loro strategia di crescita dei social media!

Key takeaway: apporta modifiche strategiche alla tua strategia di marketing dei contenuti in base a ciò che le persone realmente desiderano, non a ciò che tu pensare loro vogliono.

Case study n. 5: Come AdEspresso ha aumentato il traffico organico del 203,5% utilizzando l'ottimizzazione delle parole chiave

Nel prossimo caso di studio, vedrai come le parole chiave di AdEspresso hanno ottimizzato i loro post sul blog, determinando un aumento del 203,5% del traffico di blog organico …

15. Ricerca per parole chiave

Quando AdEspresso ha iniziato a lavorare per aumentare il traffico organico, ha iniziato con la ricerca di parole chiave.

Hanno usato Moz, ma puoi trovare facilmente idee per le parole chiave pertinenti utilizzando il pianificatore di parole chiave gratuito di Google.

Poiché l'argomento di AdEspresso è la pubblicità di Facebook, che è un argomento molto popolare, l'elenco iniziale delle parole chiave era piuttosto gigantesco. Per restringerlo, hanno attraversato ed evidenziato in verde le parole chiave che pensavano potessero trasformarsi facilmente in argomenti post sul blog. Hanno anche evidenziato in giallo le parole chiave che pensavano sarebbero state buone per il testo dell'ancoraggio del backlink.

16. Includi parole chiave nell'URL post

Successivamente, il team di AdEspresso è semplicemente passato all'elenco e ha iniziato a trasformare le idee per le parole chiave in argomenti post sul blog.

Ad esempio, una delle loro parole chiave era "annunci di Facebook su cellulare". Dal momento che AdEspresso aiuta a creare e analizzare campagne pubblicitarie mobili su Facebook, hanno creato un post sul blog intitolato "5 suggerimenti per far oscillare le pubblicità di Facebook sui dispositivi mobili".

Ai fini SEO, si sono assicurati di includere la parola chiave nell'URL del post del blog.

17. Includi parole chiave nel corpo del messaggio

Successivamente, AdEspresso si è assicurato di includere la parola chiave nella copia del corpo del post stesso.

Includi frequentemente la tua parola chiave, ma naturalmente. Non inserire la parola chiave nel post inserendolo in posizioni in cui non ha senso … ma se ha senso inserire una parola chiave lì, fallo.

Ad esempio, una delle loro parole chiave era "post suggerito su Facebook". Ora, avrebbero potuto scrivere: "Quando metti insieme un post suggerito su Facebook, dovresti …" tuttavia, questo non include la parola chiave esatta. Così, invece, aggiustarono la copia del loro corpo per leggere "A Post suggerito su Facebook dovrebbe includere… ".

In questo modo, stai intenzionalmente includendo la tua parola chiave, ma in modo naturale.

18. Attenersi a un programma di pubblicazione

Come mostra la ricerca, più spesso pubblichi, migliore sarà l'acquisizione dei tuoi clienti.

Tuttavia, in qualità di piccola startup, AdEspresso ha deciso un piano di pubblicazione due volte alla settimana.Era l'importo massimo che potevano gestire, ma la cosa principale era che lo fossero coerente: ogni martedì e giovedì hanno pubblicato un nuovo post.

Key takeaway: pianificare in modo strategico ogni contenuto con i motori di ricerca in mente e pubblicare in modo coerente.

Caso di studio n. 6: come Panda esperto ha aumentato il traffico del sito Web del 2200% in 1 anno

Questo prossimo case study dimostra che dovresti esserlo apprendimento continuo se vuoi vedere risultati più grandi …

19. Investi nella tua educazione

Quando Luke Summerfield fu assunto per aiutare a sviluppare la strategia di marketing dei contenuti di Savvy Panda, la prima cosa che fece fu investire nella sua educazione.

Ha ottenuto la certificazione Hubspot VAR Inbound Marketing, certificato Google AdWords e Google Analytics, certificato da Hootsuite e completato circa 3-4 altri programmi educativi legati al marketing.

Con questa nuova ricchezza di conoscenze e mentalità strategica, ha deciso di aumentare il traffico sul proprio sito web.

20. Crea un blog + contenuti premium

La loro strategia di generazione del traffico è iniziata con il loro blog. Ciò si è dimostrato essere la chiave per la crescita del loro sito Web e dell'azienda in quell'anno.

Oltre al loro blog, volevano fornire grandi risorse ai visitatori del loro sito web. Così, hanno creato una sezione di download premium: una semplice pagina riempita con diversi magneti di piombo. I magneti di piombo includevano ebook educativi, webinar, liste di controllo e libri bianchi.

Questo contenuto premium non solo ha fornito ai visitatori incentivi irresistibili per iscriversi alla loro mailing list, ma ha anche aggiunto molto valore al loro sito web.

21. Segui le migliori pratiche SEO

Mentre stavano aprendo il loro blog e contenuti premium, Luke ha fatto in modo che stessero seguendo anche le migliori pratiche SEO.

Hanno ottimizzato i loro post sul blog, hanno iniziato a creare link di qualità e hanno pubblicato guest su altri noti siti Web del settore.

Risorsa raccomandata: per assicurarti di ottimizzare correttamente i post del tuo blog, consulta la nostra checklist SEO on-page.

22. Sii più attivo nelle comunità

Infine, il team Savvy Panda è diventato più attivo nelle loro comunità (Joomla e Inbound Marketing).

Si sono uniti ai gruppi di lavoro di Joomla, hanno scritto per la rivista della community Joomla, organizzato i gruppi di utenti di Joomla e sono entrati nel team di marketing di Joomla. Hanno inoltre iniziato a partecipare attivamente ai webinar e alle tavole rotonde HubSpot e hanno avviato un gruppo di utenti inbound marketing per i locali. Hanno anche partecipato a eventi di persona, sia come relatore che come partecipante.

La partecipazione a questi eventi e comunità ha permesso loro di mettere in rete e promuovere il loro sito web, oltre a continuare a far crescere le loro conoscenze con un'ulteriore formazione.

Il risultato? Bene, ecco un'istantanea del loro traffico prima e dopo l'implementazione della nuova strategia di content marketing …

Come puoi vedere, hanno ricevuto pochissime visite prima. In effetti, la maggior parte delle loro visite provenivano dal traffico diretto (cioè le persone che già ne erano a conoscenza). Tuttavia, l'anno successivo è una storia diversa … sono passati dal 27.05% del traffico di ricerca a 69.86% traffico di ricerca!

Ma il traffico si è trasformato in lead? Sì, l'ha fatto!

Prima della nuova strategia, ricevevano circa 20 nuovi lead qualificati al mese. Un anno dopo, stavano portando a 100 nuovi contatti qualificati al mese (che era più di quanto il loro personale di vendita potesse tenere il passo)!

Key takeaway: prenditi il ​​tempo per studiare il marketing digitale se vuoi davvero avere successo. Qui abbiamo una guida per principianti gratuita (non è richiesto alcun optin), che è essenzialmente un intero mini corso su come generare lead e vendite online.

Caso di studio n. 7: In che modo Tresnic Media ha aumentato il traffico sul sito web dell'1.064% con 50 post in 25 giorni

In questo ultimo caso di studio, vedremo come si può sostanzialmente far crescere il traffico del proprio blog semplicemente dall'essere prolifico.

(Non preoccuparti, non devi essere sempre prolifico, perché questo è un aumento del traffico che durerà veramente).

Guarda il video: Creare un blog con Blog Vendita – Davide Del Medico

Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: