ūüĎČ Come utilizzare GTMetrix per testare la velocit√† di un sito Web - Effettivamente!

OptinMonster Review 2018: è il miglior strumento di generazione di piombo?

La velocità del sito è probabilmente una delle metriche più importanti per qualsiasi sito Web: per alcuni siti, la differenza di un solo secondo può sommare a migliaia di dollari di entrate mancate (o acquisite). Ciò rende cruciale la misurazione accurata della velocità del sito. Sfortunatamente, la velocità del sito non è una metrica particolarmente facile da misurare. In questo articolo, ti mostrerò come utilizzare uno degli strumenti più popolari disponibili, GTMetrix, per valutare efficacemente la velocità di un sito web.

Considerazioni sul test di velocità

Molti strumenti, come il già citato GTMetrix, sono fantastici, ma piuttosto inutili se tutto ciò che fai è un controllo della velocità una tantum. Molti fattori devono essere presi in considerazione se si desidera testare efficacemente la velocità, ma uno dei più grandi è questo: I test di velocità devono essere eseguiti più volte e le medie sono prese per i risultati per avere un significato reale.

1. Numero di test

Per ottenere un set completo di dati davvero valido, è necessario eseguire un sacco di test di velocità, preferibilmente in momenti diversi durante il giorno. L'ideale sarebbe pianificare un test orario e lasciarlo in esecuzione per circa una settimana.

La ragione di ciò è che il rendimento del tuo sito web cambierà durante il giorno, a seconda del conteggio dei visitatori o anche dell'utilizzo del box del tuo server se sei su un host condiviso.

Un buon effetto collaterale di questo test è che vedrai le ore di punta – che potrebbero potenzialmente indicare il momento migliore per pubblicare nuovi contenuti o indirizzare annunci / popup, ecc. Ai tuoi visitatori.

Detto questo, c'è ancora molto da imparare facendo solo cinque o dieci test nel giro di un'ora o giù di lì. Sebbene la velocità effettiva di carico espressa in secondi possa cambiare nel corso di un giorno (o anche di una settimana), alcune delle cose che GTMetrix può rivelare – come molte delle raccomandazioni che daranno su come accelerare il tuo sito web – saranno non cambia affatto col tempo.

2. Percorsi di prova

Quando si utilizzano versioni gratuite di molti strumenti di test della velocità (come Pingdom), di solito viene assegnato un server di test in modo casuale (vale a dire, la posizione da cui viene testato il sito sarà casuale). Questo può spesso portare a risultati estremamente incoerenti. Mentre il test 1 può essere eseguito da New York, ad esempio, a 100 miglia dal server, il test 2 potrebbe essere eseguito da Sydney, a 10.000 miglia di distanza dal server.

La posizione scelta per testare il tuo sito fa una grande differenza. Per alcuni progetti (come le attività commerciali locali), potrebbe essere opportuno scartare i dati da località lontane, ma in altri casi (si pensi a siti con un pubblico potenzialmente mondiale), si vorrà testare globalmente.

Per testare localmente, selezionare i server di test che si trovano vicino alla posizione fisica del server. Se non sai dove si trova il tuo server, chiedi alla società di hosting che utilizzi per ospitare il tuo sito web.

Per testare globalmente, scegli quattro o cinque server di test in posizioni chiave in tutto il mondo. Personalmente, mi piace scegliere almeno un server dagli Stati Uniti, uno dall'Europa, uno dall'Australia e uno dall'Asia.

Per poter scegliere la posizione da cui testare il tuo sito utilizzando GTMetrix, dovrai registrarti per un account gratuito e accedere.

3. Testare gli obiettivi

Vedo spesso persone testare SOLO la loro homepage. Questo è un errore assolutamente da principiante che può distorcere molto più di quanto si possa pensare. Prima di tutto, la tua home page potrebbe essere la pagina meno intensiva dei dati sul tuo sito, rendendola naturalmente la più veloce.

La tua home page potrebbe anche non essere così importante come vorresti pensare. Ho lavorato su un sito che ha acquisito il 97% del suo traffico organicamente attraverso i motori di ricerca, quasi tutti destinati a singoli post / pagine, quindi assicurati di concentrarti su qualcosa di più della tua home page!

In breve: la velocità della tua home page è ovviamente importante, ma potrebbe essere secondaria a molte delle tue altre pagine, quindi assicurati di testare anche come numero di altre pagine. Prova le pagine come singole pagine di post, pagine di negozi e pagine di prodotti, ecc, per ottenere un insieme di risultati a tutto tondo.

Come funziona GTMetrix

L'uso di base di GTMetrix è gratuito. Puoi andare alla pagina principale e iniziare subito ad analizzare il tuo sito. Un account registrato (o anche a pagamento) offre più opzioni, come la possibilità di scegliere le posizioni di test, automatizzare i test e altro.

La panoramica dei risultati mostra il browser e la posizione utilizzati per il test, i punteggi PageSpeed ‚Äč‚Äče YSlow, il tempo di caricamento della pagina, il numero di richieste e le dimensioni totali della pagina. Questi sono ottimi per analizzare le tendenze, ma se vuoi davvero sapere perché il tuo sito web è lento e / o cosa può essere fatto per migliorare ulteriormente le cose, dovrai scavare più a fondo.

PageSpeed ‚Äč‚Äče YSlow

PageSpeed ‚Äč‚Äče YSlow offrono due metodologie leggermente diverse per valutare come la struttura e la meccanica di un sito web influiscono sulla sua velocità. I risultati di questi contengono i propri consigli per rendere le cose più veloci – come la memorizzazione nella cache, l'aggiunta di intestazioni di scadenza, la minimizzazione delle risorse, l'attivazione della compressione gzip e simili.

Le sezioni corrispondenti in GTMetrix contengono ogni link per ulteriori informazioni sull'argomento, in modo da poter leggere più a fondo su di esso e imparare esattamente cosa fare per implementare ogni specifico metodo di aumento della velocità elencato.

Un punto chiave da notare: Non inseguire i punteggi percentuali. Questi possono essere fuorvianti e non devono necessariamente prendere in considerazione assolutamente tutto ciò che è importante, come la dimensione complessiva in megabyte della pagina (che, per inciso, è spesso fortemente influenzata da immagini scarsamente ottimizzate). Anziché, evidenzia la velocità effettiva di caricamento della pagina espressa in secondi – mirare a radere i secondi da questo (e il 'percorso di rendering critico' – più su questo sotto) dovrebbe essere il vero obiettivo!

La cascata

La cascata è uno degli strumenti più utili per individuare i colli di bottiglia nella velocità del tuo sito web.Questa particolare vista è in realtà molto simile a ciò che è possibile vedere negli strumenti basati su browser, come ad esempio il pannello Firebug Net. Per maggiori informazioni, date un'occhiata a questo eccellente articolo su come leggere le cascate. Se sei a corto di tempo, ecco la versione breve:

Ogni risorsa sul tuo sito deve essere cercata, trasferita e visualizzata. Ogni barra nella cascata mostra tutti i passaggi coinvolti per ciascuna risorsa e quanto tempo hanno impiegato.

I passaggi che ciascuna risorsa può attraversare sono i seguenti, con una piccola spiegazione aggiunta:

  • Ricerca DNS: È ora di risolvere il DNS
  • Collegamento: Tempo impiegato per creare una connessione
  • Blocco: Tempo trascorso nella coda del browser in attesa di una connessione
  • invio: Tempo impiegato per inviare la richiesta
  • In attesa: Tempo trascorso in attesa della risposta (tempo del primo byte)
  • ricevente: Tempo necessario per scaricare il contenuto

Sulla base di queste informazioni possiamo fare alcune supposizioni su ciò che sta succedendo con il nostro sito web. Prima di tutto, dai un'occhiata a quella linea blu nella cascata sopra. Rappresenta il punto in cui è stato caricato il DOM. La linea rossa rappresenta l'ora in cui la pagina è stata caricata.

Anche il time to first byte (TTFB) è considerato un indicatore importante della velocità del tuo server. Questo è mostrato dalle informazioni di attesa nella cascata. Se vedi costantemente un alto TTFB (anche dopo aver superato e migliorato i principali consigli per migliorare la velocità del sito), potrebbe essere che il tuo server host ti stia deludendo!

Video e storia

Le ultime due sezioni sono solo per account premium. Il video mostra una registrazione effettiva del caricamento del sito, che può mostrare in che cosa consistono effettivamente tutti questi dati diversi. Anche se è una bella caratteristica, non mi trovo ad usarla molto perché è, a dire la verità, un po 'ingannevole, secondo me.

La scheda della cronologia, tuttavia, è davvero una delle migliori funzionalità perché consente di visualizzare i risultati di più test su una pagina in un grafico pratico e comprensibile.

Configurazione di una suite di test

Personalmente ho un account pro con GTMetrix, che utilizzo principalmente per testare sia i miei siti che le tecnologie specifiche di interesse.

Uno svantaggio di GTMetrix (anche se non ho ancora incontrato nessuno strumento che possa farlo in ogni caso) è che non è possibile impostare test variabili. Ciò che intendo è che non puoi dire a GTMetrix di scegliere una pagina a caso da un determinato set e provarlo da una posizione casuale. Questo ci darebbe un grafico che potrebbe approfondire ulteriormente, in base alla pagina e alla posizione (forse qualcosa per il futuro?).

Un'alternativa sarebbe quella di specificare sia alcune pagine che posizioni e testare tutte le variazioni ogni ora. Questo è, certamente, abbastanza ricco di risorse – ma ci darebbe un grande set di dati con cui lavorare. Così com'è, puoi farlo manualmente e utilizzare la funzionalità di confronto di GTMetrix per analizzare i risultati.

Per cominciare, creo tutti i diversi test di cui ho bisogno. Se volessi testare 2 pagine da 3 posizioni, installerei dei test per tutte le permutazioni – il che comporterebbe 6 test. Poi controllerei ogni test orario per almeno un paio di giorni, idealmente una settimana.

Una volta trascorso un periodo di tempo soddisfacente, vado nel mio cruscotto, seleziono tutti i test e li confronta. Ciò si traduce in dati affiancati e grafici aggregati.

Suggerimenti di velocità per gli utenti di WordPress

Oh, e se stai usando WordPress (l'argomento di questo sito è, ovviamente, principalmente tutto) e sono alla ricerca di alcune soluzioni rapide per accelerare le cose: ecco alcuni molto efficace suggerimenti che quasi tutti i siti Web basati su WordPress potrebbero trarre vantaggio da:

  • 1. Assicurati che qualsiasi host web che stai utilizzando usi server ottimizzati specificamente per WordPress e, se usi ancora hosting condiviso generico, non ottimizzato per WordPress, passa a qualcosa di molto, molto più veloce, come un piano di hosting web da Motore WP, volano o Kinsta.
  • 2. Se non lo hai già fatto, inizia a utilizzare un plug-in di memorizzazione nella cache della pagina, come W3 Total Cache, WP Super Cache o WP Rocket.
  • 3. Prenditi un po 'di tempo per esaminare le immagini del tuo sito e assicurarti che siano tutte ottimizzate come possono essere (o ri-ottimizzale in un programma come Photoshop o prendi in considerazione l'utilizzo di un servizio / plugin specializzato come WP Smush).
  • 4. Assicurati che il tuo sito web stia caricando il maggior numero possibile di JavaScript nella parte inferiore delle sue pagine (piuttosto che nella parte superiore, dove ritarderà il caricamento di tutti gli altri elementi della pagina).
  • 5. Per quanto doloroso possa essere: rimuovere eventuali profili di social media non necessari dal caricamento sulla pagina (come Facebook, Twitter e profili Google+ – che possono letteralmente aggiungere secondi ai tempi di caricamento della pagina).
  • 6. Abilitare la compressione gzip, minimizzare tutti gli script e sfruttare il caching del browser, laddove possibile.
  • e 7. Forse il più importante di tutti: rimuovi tutti i plugin non necessari che potrebbero caricare tutti i tipi di file CSS e JavaScript all'interno delle tue pagine – sebbene tecnicamente non ci sia un limite al numero di plugin che puoi installare su un sito web alimentato da WordPress, la regola generale è: più plug-in, più lento il sito!

– Qualche altra rapida soluzione super efficace? Sentiti libero di lasciarli nei commenti qui sotto! ;)

GTMetrix come strumento di monitoraggio

Finora ci siamo concentrati in gran parte su GTMetrix come modo per capire cosa dovrebbe essere migliorato su un sito per renderlo più veloce. Utilizzando la funzione di avvisi, tuttavia, è anche possibile rilevare (e segnalare) eventuali casi in cui il sito rallenta al di sotto di una velocità predefinita.

È possibile impostare un numero di condizioni tra i tempi di caricamento della pagina e il punteggio YSlow in formato HTML, il che rende il sistema piuttosto completo. Se una delle tue condizioni preimpostate viene soddisfatta, riceverai immediatamente un'email, consentendoti di agire sulle informazioni per correggere eventuali problemi.

Monitorando il tuo sito web, potresti non essere in grado di prevenire completamente la lentezza, ma avrai, almeno, l'opportunità di reagire rapidamente a qualsiasi problema al fine di minimizzare il danno causato, per esempio, da un'imprevista ondata di traffico.

Dove GTMetrix cade breve

Nel complesso, preferisco GTMetrix e scelgo di usarlo sopra tutti gli altri strumenti di test di velocità per misurare e tenere traccia dei miei siti. Ciò, tuttavia, non significa che tutto sia perfetto. Uno dei miei maggiori problemi con GTMetrix è che non offre test variabili, il che sarebbe un enorme risparmio di tempo – qualcosa che pagherei volentieri un po 'di più in quanto ciò eliminerebbe un bel po' di tempo dalle mie procedure di test.

Un'altra area di attenzione potrebbe essere sottolineare quanto sia importante utilizzare un host di alta qualità. Rilevando e visualizzando i vari host utilizzati dagli utenti, è possibile confrontare le velocità e suggerire host migliori per determinati utenti. Il TTFB potrebbe anche essere monitorato e i suggerimenti per gli host più veloci visualizzati quando questo valore è particolarmente elevato.

Alcune note sui percorsi di rendering critici potrebbero – e secondo me dovrebbero – anche essere aggiunto. Mentre questo è percettivo, molti fattori possono essere rilevati, come molti file JS / CSS caricati inutilmente nella prima pagina (a proposito, una considerazione assolutamente fondamentale). L'ottimizzazione del percorso di rendering critico porterà effettivamente al tuo sito web appare sullo schermo dell'utente molto più velocemente – anche se la velocità di caricamento della pagina 'globale' è ancora piuttosto alta!

Panoramica

Se vuoi un sito web veloce, avrai bisogno di uno strumento completo per testarlo in una serie di circostanze. GTMetrix ti consente di fare esattamente questo: monitorando un URL ogni ora e da località diverse, ti darà un quadro completo di come il tuo sito web si comporta.

Utilizzato correttamente nella battaglia contro la bassa velocità del sito, GTMetrix ti fornisce più di informazioni sufficienti per reagire. Ricorda solo di testare più della tua homepage, per testare ogni pagina più di una volta, e da più postazioni, e concentrarti su ridurre effettivamente i tempi di caricamento piuttosto che massimizzare i punteggi percentuali PageSpeed ‚Äč‚Äče YSlow!

Conoscere altri modi migliori per misurare la velocità di un sito web? Pensieri?

Guarda il video: Recensione OptinMonster

Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: