πŸ‘‰ 6 semplici passaggi per scrivere titoli ad alta conversione

Nettare

Vuoi più persone a fare clic e leggere i tuoi contenuti? Gli esperti del marketing sanno che creare la chiave di un titolo potente è la chiave. In questo post dell'autore ospite David Hartshorne, condivideremo 6 semplici passaggi per scrivere titoli ad alta conversione. Ecco David …

È spaventoso, non è vero?

Solo il 20% delle persone che scansionano il tuo titolo continueranno a leggere i tuoi contenuti.

In realtà, questo numero è destinato a diminuire mentre il mondo online continua a diventare ancora più saturo e veloce. Se vuoi che le tue campagne di content marketing abbiano successo, è ora di iniziare a creare titoli che i tuoi lettori non possono ignorare.

Sei pronto per imparare a scrivere titoli accattivanti e accattivanti che convertano i browser casuali in lettori? Entriamo ai gradini …

Passaggio 1. Scrivi una bozza di titolo

Quando si tratta di content marketing, le persone spesso mi chiedono,

"Che viene prima, il titolo o il contenuto?"

È il famoso enigma del pollo o dell'uovo. La risposta è, non c'è una regola dura e veloce. Ma quello che ho trovato che funziona meglio è iniziare con una bozza di titolo.

Una bozza di titolo è semplicemente una versione approssimativa del titolo che dovrai modificare e perfezionare in seguito.

Prima di scrivere il titolo della bozza, dovresti aver già scelto un argomento per il tuo post che affronta un problema affrontato dal tuo acquirente. Da lì, puoi creare un titolo di base, ad esempio un semplice titolo "how-to". Ad esempio il titolo che ho iniziato per questo particolare post è stato, Come scrivere titoli potenti.

È piuttosto noioso e noioso, ma non importa perché in seguito ti dedicherò alla tua magia. Questo ti dà solo un punto di partenza per scrivere il tuo post.

Ora che hai scritto il titolo della bozza, puoi passare al passaggio 2 …

Passaggio 2. Scrivi 25-30 Variazioni titolo

Con la bozza del titolo scritta, inizia a scrivere i tuoi contenuti. Quando hai finito di scrivere il tuo contenuto, puoi iniziare a modificare e migliorare il titolo della bozza scrivendo 25-30 diverse varianti.

Proprio così- stai per scrivere almeno 25 titoli.

Perché 25? Ecco tre validi motivi per cui non dovresti saltare questo passaggio …

In primo luogo, si migliora quando si pratica.

Ci sono prove scientifiche che dimostrano che diventiamo più creativi più scriviamo. È vero: il tuo cervello è cablato per continuare a creare quando lo stimoli.

Quindi, costringendo te stesso a scrivere dieci titoli, ne avrai presto altri cinque senza nemmeno pensarci. Ma non fidarti della mia parola …

  • Upworthy scrive 25 variazioni del titolo
  • CoSchedule scrive 25-30 variazioni del titolo
  • Buffer scrive variazioni di 25-30 titoli

In secondo luogo, puoi usare questi titoli alternativi altrove.

Quando pubblichi e promuovi i tuoi contenuti, il tuo titolo apparirà probabilmente in un numero di luoghi e piattaforme diversi. Ad esempio, un post sul blog, email, social media e motori di ricerca. E indovina cosa? Non è necessario utilizzare lo stesso titolo ogni volta.

In effetti, ti consiglio di utilizzare titoli diversi in luoghi diversi. Ad esempio, potresti usare un titolo diverso per ogni tweet sul tuo post sul blog.

In terzo luogo, non sai quale titolo darà il meglio fino a quando non lo testerai.

In questo momento, non hai idea di quale dei tuoi 25 titoli possa rivelarsi il più adatto ai clic. Potresti avere il tuo preferito o un sospetto subdolo. Ma la verità è che è sconosciuto fino a quando non lo testerai. (Parleremo di più sui test del passaggio 5.)

Ti senti ancora sopraffatto dal pensiero di scrivere 25-30 titoli? Non preoccuparti. Un modo semplice per trovare molte varianti diverse è utilizzare una formula popolare.

Ecco tre tipi di titoli popolari da provare, con le formule di riempimento in bianco …

La formula How-To: Come [Raggiungere qualcosa di specifico]

Siamo naturalmente attratti da articoli che ci dicono come fare qualcosa in modo pratico. Quando vuoi una risposta rapida a un problema, cosa fai? Vai su Google e digita la domanda in un formato how-to (ad esempio "come perdere peso").

Esempi di titoli su come fare:

  • Come nascondere i pop-up dai tuoi abbonati esistenti (4 metodi)
  • Come creare una casella caratteristica Optin Step-by-Step (con esempi)
  • Come utilizzare Google Analytics per scoprire idee per i magneti di piombo

La formula Post List: [Number] [Adjective] Ways to [Ottieni qualcosa di specifico]

Siamo affascinati dai numeri. Siamo solo collegati in questo modo. Puoi utilizzare un post di elenco classico o includere un numero (in cifre reali) nel titolo.

Esempi di titoli di post lista:

  • 30 idee di aggiornamento dei contenuti per far crescere la tua mailing list
  • 7 Provvedimenti per far crescere la tua mailing list su Pinterest
  • 22 Traffic Hacks per guidare le iscrizioni alle mailing list

La formula di domanda: Fai una domanda che incita alla curiosità.

Le domande tendono a suscitare curiosità. Le domande chiuse si convertono molto bene. Una domanda a risposta ravvicinata ti spinge a dire "sì" o "no" nella tua testa.

Esempi di titoli di domande:

  • Stai usando hashtag come dovresti essere?
  • Qual è il miglior posizionamento per i pulsanti social media di successo?
  • Vuoi essere un professionista del marketing?

Prova a scrivere 10 titoli per ciascuno dei tre tipi sopra, e poi avrai 30 titoli!

Passaggio 3. Potenzia i titoli con parole sensoriali

Le parole potenti sono parole persuasive a cui le persone semplicemente non possono resistere. Aggiungi parole potenti al tuo elenco di titoli e li porterai a un livello completamente nuovo.

Per un elenco completo, controlla la nostra enorme lista di oltre 700 parole di potenza che aumenteranno le tue conversioni.

Le parole sensoriali sono parole potenti che evocano i sensi e danno vita ai tuoi titoli attivando l'immaginazione dei tuoi lettori.

Come dice Henneke:

"[Le parole sensoriali] aiutano i lettori a vedere, sentire, ascoltare, assaggiare o persino annusare le tue parole; ed è per questo che si impegnano più potere del cervello e attirano più attenzione ".

Per esempio, 28 modi per abbagliamento I tuoi follower con Colorato tweets.

Suggerimento pro: Utilizza un dizionario dei sinonimi per cercare sinonimi. Ti aiuterà a trasformare i titoli da noiosi a deliziosi, semplicemente modificando alcune parole!

Passaggio 4. Analizzare i titoli

Ora hai creato 25-30 titoli e li hai potenziati con parole potenti. Qual'è il prossimo?

Tempo per alcune analisi.

Mi piace far comparire i miei titoli nell'analizzatore di titoli CoSchedule. Questo è uno strumento gratuito che valuta la capacità del tuo titolo di generare quote sociali, aumento del traffico e valore SEO.

Valuta il titolo in base a alcuni fattori:

  1. Equilibrio di parole
  2. Tipo di titolo
  3. Lunghezza del titolo
  4. Sentimento del titolo

Se il tuo titolo soddisfa tutti i criteri, otterrai 70+ rassicuranti.

Detto questo, questo è solo uno strumento. Non c'è nulla di male nell'analizzare il titolo, ma non sudare sul punteggio. Ho conosciuto titoli per ottenere un punteggio basso ma poi si è diffuso a macchia d'olio.

Sia che tu usi lo strumento o meno, dovresti ora scegliere alcuni titoli da utilizzare per il tuo post prima di passare al Passaggio 5 …

Passaggio 5. Ottimizza i titoli

Ora che hai scelto alcuni titoli che in realtà desideri utilizzare, dovrai ottimizzarli per i vari luoghi in cui verranno visualizzati.

La cosa più importante da prendere in considerazione a questo punto è il titolo dimensione.

Il tuo titolo apparirà probabilmente in ognuno di questi luoghi:

  • Titolo del post sul blog (

    )

  • Risultati del motore di ricerca ()
  • Email oggetto line
  • Post sui social media

Sfortunatamente, una taglia non è adatta a tutti. Ad esempio, se il titolo è troppo lungo per i risultati della ricerca, allora questo è ciò che i tuoi potenziali visitatori vedranno:

Non troppo allettante, vero?

Tuttavia, il tuo post sul blog H1 può essere più lungo del Meta Title del tuo motore di ricerca. Come ho detto prima, questo è uno dei motivi per cui dovresti avere 25-30 varianti del tuo titolo.

Per aiutarti a tenere traccia delle diverse dimensioni ottimali dei titoli, ecco un utile promemoria di Andy Crestodina:

Se stai utilizzando lo strumento SEO Yoast, puoi facilmente inserire titoli diversi nei tuoi titoli Meta, Facebook e Twitter. Ecco un esempio del titolo di Twitter:

Passaggio 6. Test e valutazione

Ora arriviamo al sesto e ultimo passaggio! Hai fatto molta strada …

  • Hai iniziato con una bozza di titolo.
  • Hai creato 25-30 varianti.
  • Hai potenziato i tuoi titoli con parole potenti.
  • Li hai analizzati e hai selezionato alcuni potenziali vincitori.
  • Li hai persino ottimizzati per assicurarti che si adattassero a tutti i posti giusti.

Quindi ora è il momento di pubblicare i tuoi contenuti e goderti i frutti del tuo lavoro, giusto?

Non così veloce.

Prima di colpire "pubblica", potresti voler pensare a impostare alcuni test divisi per valutare quanto siano davvero validi i titoli.

Dal momento che utilizzerai i titoli in luoghi diversi, dovrai creare test separati per ognuno di essi. Fortunatamente, ci sono alcuni strumenti che possono rendere questo processo semplice e facile per te.

WordPress

Ci sono alcuni plugin, sia gratuiti che premium, per WordPress che ti permettono di testare i titoli. Ecco una rapida carrellata di quattro di loro. Ottimamente anche un plugin WordPress da utilizzare con il loro software di test A / B.

Inoltre, dai un'occhiata a queste utili esercitazioni di WPBeginner su come eseguire test A / B su WordPress e su come utilizzare Esperimenti sui contenuti di Google Analytics.

E-mail

La maggior parte dei software di e-mail marketing incorporano funzionalità di test A / B. Qui è possibile inserire almeno due titoli e quindi vedere quale ottiene la migliore tariffa aperta e la migliore percentuale di click-through.

Social media

Se si utilizza uno strumento di pianificazione dei social media come Buffer, è possibile controllare le loro analisi integrate per vedere come vengono eseguiti i vari tweet.

In questo articolo, Kevan spiega come Buffer ha cambiato il titolo del tweet da "Una guida scientifica di hashtag" a "The Research Behind Hashtags." Nota la grande differenza di retweet, preferiti, citazioni e reach nel confronto qui sotto.

Guarda per vedere quanti clic ottieni: questa è la misura di quante persone sono state intrigate dal titolo abbastanza da fare clic e leggere di più sul tuo blog. Le condivisioni e i retweet sono buoni, ma un clic è un indicatore migliore dell'efficacia del titolo.

Se non usi Buffer, controlla direttamente su Twitter e Facebook Analytics. Entrambe le piattaforme forniscono molte utili informazioni sulle prestazioni.

(Nota: il lato negativo con i test sui social media è che persone diverse vedono diversi tweet in vari momenti della giornata. Quindi non è un test accurato al 100%, ma fornisce comunque un'indicazione utile.)

Fase bonus 7. Non dimenticare le tue sottorubriche

Hai fatto un ottimo lavoro! Hai creato un titolo che ha attirato l'attenzione dei tuoi lettori, ora devi farlo conservare la loro attenzione

Una volta che un utente ha fatto clic sulla tua pagina web, devi rendere la loro visita il più possibile "appiccicosa".

L'intervallo di attenzione medio è di 8,25 secondi. (Sì, è meno di un pesce rosso!) Quindi il corpo dei tuoi contenuti deve essere chiaramente indicato come il lettore medio passerà.

Dare loro un contorno chiaro con sottotitoli che sono basati sull'azione, e continuare a suscitare curiosità in modo che i visitatori siano obbligati a leggere.

Conclusione

Hai raggiunto la fine! (Devo aver fatto un buon lavoro con il mio titolo e sottotitoli.)

Ora sei armato di 6 semplici passaggi per scrivere titoli che catturano l'attenzione e che indirizzano il traffico al tuo contenuto web.

Quanto tempo investi nello scrivere titoli rispetto ai tuoi contenuti? Quanti titoli scrivi per ogni post? Fatemi sapere nei commenti.

Guarda il video: YOUNG STOV X GANT – NETTARE 🍯🍯🍯 ()

Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: