👉 8 motivi per cui non devi mai acquistare una mailing list

Minimal Georgia – Tema Blogging semplice e pulito per WordPress

Stai pensando di acquistare una mailing list? Comprare una mailing list sembra un modo veloce per fare affari, ma in realtà è un enorme spreco di denaro. In questa guida, condivideremo 8 motivi per cui non dovresti mai comprare una mailing list (e cosa invece fare).

Sia che tu abbia appena lanciato un nuovo business, sia che tu stia gradualmente crescendo uno esistente, trovare una scorciatoia per il successo sembra interessante. E una scorciatoia che attira molti imprenditori è l'idea di acquistare una mailing list.

Un elenco di e-mail in genere include un elenco di nomi, indirizzi e-mail e forse altri dati (come il nome della società o il livello di reddito) e puoi trovare questi elenchi in vendita.

Dal momento che sai che l'email marketing è il modo # 1 di vendere qualsiasi cosa online, l'acquisto di una mailing list è un ottimo modo per lanciare una campagna di email marketing sin dal primo giorno, giusto?

Sbagliato.

La verità è che comprare una mailing list è una pessima idea e un enorme spreco di denaro. È una di quelle scorciatoie che semplicemente non funziona e probabilmente causerà molto più danni alla tua azienda che benefici.

Diamo un'occhiata a 8 ragioni per le quali dovresti non acquista una mailing list Quindi, ti diremo esattamente cosa puoi fare invece di far crescere rapidamente la tua attività con l'email marketing.

1. Non puoi fidarti della qualità della lista

Sfortunatamente, le persone che vendono liste di email non sono necessariamente molto oneste. Possono fare ogni sorta di affermazioni sulla lista, ma c'è un'alta probabilità che troverai molti problemi, come ad esempio:

  • Dati mancanti o incompleti (ad es. Avere nomi errati per gli individui nell'elenco)
  • Informazioni non aggiornate (carichi degli indirizzi e-mail che non esistono più o sono abbandonati).
  • Indirizzi e-mail illegalmente raccolti dalla rete (persone che non hanno scelto di essere su una lista, che è contro la legge CAN-SPAM)

Anche se potrebbe sembrare fantastico avere un indirizzo email di 5.000 o 10.000 nomi durante la notte, sarà piuttosto inutile se si tratta di un elenco obsoleto pieno di dati spazzatura composti da persone che non hanno mai voluto essere nell'elenco nella primo posto.

Non solo, ma se la mailing list fosse stata raccolta attraverso un numero qualsiasi di mezzi illegali, potresti essere soggetto a sanzioni fino a $ 16.000 per ogni email separata tu invii. Yikes!

2. Verrai visto come uno spammer

Permettimi di farti una domanda. Ti piace ricevere e-mail non richieste?

Probabilmente non lo farai. Soprattutto quando il contenuto di tali e-mail contiene un messaggio di marketing.

Probabilmente, probabilmente elimini quelle e-mail. E se ne ricevi molti dalla stessa azienda, probabilmente annulli l'iscrizione, o addirittura li contrassegni come spam.

Ora, potresti credere che le tue email di marketing siano davvero ben scritte e piene di informazioni di alta qualità, ma dal punto di vista del destinatario, sei solo un'altra società sconosciuta che entra nella loro casella di posta.

Quando le persone si iscrivono a una lista di e-mail che finisce per essere venduta a un'altra società, in genere hanno spuntato una casella o hanno esaminato alcuni termini e condizioni relativi alla ricezione di offerte da "società collegate". È probabile che abbiano dimenticato di averlo mai fatto e vedranno semplicemente i tuoi messaggi come spam indesiderati.

3. Avrai problemi con il tuo fornitore di servizi di posta elettronica

Se troppi dei tuoi messaggi vengono contrassegnati come spam, ti troverai rapidamente dalla parte sbagliata del tuo fornitore di servizi di posta elettronica. (Questa è la società che invia le tue email, come AWeber, MailChimp o Constant Contact.)

Questo significa il tuo account potrebbe essere chiuso, potresti essere multato e il tuo fornitore di servizi di posta elettronica potrebbe persino intraprendere azioni legali contro di te.

Ma non è tutto. Il semplice atto di acquistare una mailing list può essere severamente vietato dai provider di servizi di posta elettronica. Ad esempio, Aweber considera l'acquisto di elenchi di e-mail di spamming ed è una grave violazione del loro contratto di assistenza:

"[Non puoi] utilizzare gli elenchi di e-mail che hai acquistato, noleggiato, noleggiato o in qualsiasi modo acquistato da terzi. Ciò include gli indirizzi email che hai acquistato tramite la co-registrazione. "

4. Altre persone usano la stessa lista esatta

Ecco qualcosa che potresti non aver preso in considerazione: quando acquisti una mailing list, altre persone stanno usando la stessa lista di te. Hanno comprato la lista, proprio come te, e potrebbero inviare email per email agli stessi destinatari.

Quali sono le probabilità che le persone sulla tua lista appena acquistata sono già infastidito dal numero di email di marketing che stanno ricevendo? È improbabile che queste persone siano ricettive alle tue offerte. Potrebbero persino aver inserito dei filtri (o aver abbandonato completamente l'indirizzo e-mail) in modo che non possano mai vedere le tue e-mail.

5. Otterrai un tasso di risposta scarso

Supponiamo che tu acquisti una mailing list di 10.000 nomi. Si calcola che con un tasso di conversione del 5%, venderai 500 unità del tuo nuovo prodotto, che costa $ 99 – calcolandoti $ 49,500. Non male, giusto?

Bene, il tuo tasso di risposta potrebbe essere molto, molto inferiore al 5%. In effetti, potresti scoprire che la stragrande maggioranza delle persone sulla lista non apre mai la tua email, figuriamoci fare clic sulla tua pagina di vendita.

Se solo 500 persone danno un'occhiata alla tua e-mail e non sono affatto coinvolte nell'offerta, allora potresti non vendere un singolo oggetto.

I tassi medi aperti sono intorno al 20-25% per elenchi sani e mirati. È probabile che le liste acquistate abbiano tassi di apertura molto inferiori.

6. La tua reputazione prenderà un colpo serio

Così come il tuo fornitore di servizi di posta elettronica ti interrompe (e potenzialmente intraprende azioni contro di te), l'acquisto di una lista di email ti apre a problemi più ampi con il tuo reputazione.

Immagina, ad esempio, di cercare su Google il nome della tua azienda solo per scoprire che tre dei risultati sulla prima pagina sono inviti arrabbiati di persone che hanno ricevuto più email indesiderate da te.

Sembra un po 'allarmista? Anche alcuni tweet negativi possono causare problemi di PR significativi.

La reputazione è cruciale online e sicuramente non vuoi spendere enormi quantità di tempo e denaro per la gestione della reputazione, cercando di nascondere i risultati della ricerca.

7. Potresti finire di fronte a un conto grande o legale

La maggior parte dei paesi ha leggi contro l'invio di e-mail non richieste, come la legge CAN-SPAM negli Stati Uniti.

Sebbene tu possa essere ancora dalla parte giusta della legge, anche usando una lista di e-mail comprata, non sei ancora fuori dai guai. Se molti abbonati si lamentano (e probabilmente lo faranno), potresti affrontare una battaglia costosa semplicemente dimostrare che non hai fatto nulla di tecnicamente sbagliato.

Inoltre, tieni presente che diversi paesi (come il Canada) hanno leggi diverse. Se l'elenco email che hai acquistato include persone di un altro paese, dovrai rispettare tali leggi.

8. Nessun esperto rispettabile lo consiglia

Leggere qualunque importante blog sull'e-mail marketing e sentirai la stessa cosa più e più volte: non comprare liste email.

Su molti argomenti di marketing, ci sono divergenze di opinioni su quali strategie funzionano e quali no – ma questo è sicuramente un settore chiave in cui tutti sono d'accordo.

L'acquisto di mailing list è uno spreco di tempo e denaro e potrebbe danneggiare seriamente la tua azienda.

Quindi, se non puoi comprare una mailing list, cosa puoi fare invece?

C'è una soluzione abbastanza ovvia a questo problema … crea una mailing list da zero!

Ma se hai appena iniziato, potresti non essere sicuro da dove cominciare.

Quindi, ecco una guida "a breve" per iniziare a costruire la tua lista di e-mail (il destra modo).

Passaggio 1. Attira un pubblico con contenuti utili e coinvolgenti

Se hai intenzione di convincere la gente a iscriversi a una mailing list, hai bisogno di un sito che li attiri. In questo modo, stai dando loro qualcosa di valore (ottimo contenuto) prima chiedendo loro qualcosa in cambio (il loro indirizzo email).

Questo crea fiducia e puoi vendere qualcosa in seguito con molta più facilità.

Passaggio 2. Creare un magnete guida

Un magnete guida è un incentivo che offri ai potenziali abbonati in cambio del loro indirizzo email.

A seconda della tua nicchia e di ciò che è più probabile che il tuo pubblico desideri, questo potrebbe essere un elenco di grandi risorse, una breve guida introduttiva o anche un tutorial video.

Ecco un esempio di un magnete guida sul nostro blog:

Passaggio 3. Ottieni un fornitore di servizi di posta elettronica affidabile

Elimina gli elenchi che hai acquistato in passato e non cercare di ridurre le vertici inviando email di massa tramite il tuo client di posta elettronica (ad esempio Outlook o Gmail). Il tuo ISP quasi certamente ti fermerà o ti penalizzerà per questo, e ti perderai molte funzionalità cruciali che i provider di servizi di posta elettronica offrono.

Quindi, imposta un account con un provider di servizi di posta elettronica affidabile (ecco un elenco dei nostri preferiti).

Passaggio 4. Aggiungi moduli optin altamente visibili al tuo sito web

Semplicemente infilare un modulo insignificante nella barra laterale non è sufficiente per creare rapidamente una mailing list. Idealmente vorrai utilizzare più tipi di moduli optin, che potrebbero includere …

  • popup di lightbox
  • popup di exit-intent
  • slide-in scroll boxes
  • barre galleggianti
  • dopo post optins
  • cancelli di benvenuto a schermo intero
  • Optins in 2 fasi

Per integrare facilmente uno di questi con il tuo sito web e il tuo fornitore di servizi di posta elettronica, controlla OptinMonster.

(Per ulteriori suggerimenti sulla creazione dell'elenco di e-mail, consultare la nostra guida definitiva per l'e-mail marketing, Capitolo 2: Growing Your Email List.)

La linea di fondo? Non comprare mai una mailing list. Semplicemente non vale il costo, in termini di denaro, tempo o problemi.

Piuttosto, fai crescere il tuo elenco mirato e reattivo di potenziali clienti che sono desiderosi di sentire da te e vedrai un successo molto maggiore!

Se ti è piaciuta questa guida, potresti anche voler dare un'occhiata alla nostra Guida per principianti all'e-mail marketing.

Guarda il video: Becky G – Becky di The Block

Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: