👉 L'e-mail marketing è morto? Ecco cosa mostra le statistiche [aggiornato 2018]

Come aggiungere didascalia alle immagini in WordPress

Con così tanti altri modi per raggiungere i clienti, molti marketer e titolari di aziende si chiedono, vale comunque la pena inviare l'e-mail?

La risposta breve: l'email marketing è qui per rimanere.

Questo articolo condividerà le statistiche di email marketing che dimostrano che, lungi dall'essere morto, l'email marketing è uno strumento essenziale per attirare e fidelizzare i clienti. Lungo il percorso, raccoglierai alcune informazioni che ti aiuteranno a perfezionare la tua strategia di email marketing.

Fatti di email marketing

Siamo chiari: le statistiche mostrano che l'email non sta andando da nessuna parte.

Lo sapevi che inviamo più di 74 trilioni di email ogni anno? E i numeri continuano a salire, con Altre 1,8 milioni di email inviate nel 2017 rispetto al 2016, secondo Communicator Email Benchmark Report 2017.

Nel 2018, i numeri saranno ancora più alti, come mostra l'ultimo Rapporto Statistiche Email del Gruppo Radicati. Le persone invieranno e riceveranno 281 miliardi di email al giorno nel 2018con 3,8 miliardi di utenti e-mail in tutto il mondo entro la fine dell'anno. Tra cinque anni ci sarà ancora più e-mail, con una previsione di 333 miliardi di email inviate.

Chi sta usando la posta elettronica? Solo negli Stati Uniti, più dell'85% degli adulti invia o legge email, si scopre.

E non sono solo le persone anziane che usano la posta elettronica. Nonostante l'aumento delle app di messaggistica sociale, Il 78% degli adolescenti usa la posta elettronica, ad esempio Adestra. In effetti, considerano l'e-mail un "fatto della vita di tutti i giorni".

DMA Insight mostra che il 99% di noi controlla la posta ogni giorno. Per alcuni, sono ben 20 volte al giorno.

Key takeaway: Indipendentemente dal gruppo di età a cui ti rivolgi o da dove si trovano, l'email rimane un ottimo modo per raggiungere il tuo pubblico.

In che modo le persone di solito controllano le loro e-mail – su desktop o su dispositivi mobili? Di gran lunga il numero più grande sta usando il client di posta iOS, che sia su iPhone o iPad, dice Litmus. Il gruppo successivo più grande utilizza Gmail, che ha riportato più di un miliardo di utenti.

Quindi quante di quelle e-mail vengono effettivamente consegnate? Secondo i benchmark email di DMA Insight del 2017, il il tasso medio di consegna per email è stato del 98,3%.

(Confrontalo con i social media, dove devi scandire il tuo messaggio giusto, e raggiungere comunque solo una piccola parte dei tuoi follower.)

Key takeaway: Le e-mail raggiungono la maggior parte delle persone a cui sono destinate, quindi l'email marketing rimane una parte essenziale della strategia di marketing. Dai alle tue e-mail una migliore possibilità di raggiungere i tuoi clienti leggendo la nostra guida: 11 motivi per cui le tue e-mail vanno nella scatola dello spam e come assicurarsi che non lo facciano.

Consumatori e Email Marketing

Se ti stai chiedendo come appare l'e-mail marketing dal punto di vista del consumatore, questa prossima serie di statistiche di email marketing fornisce alcune informazioni. Secondo Adestra, i consumatori preferiscono la posta elettronica per comunicare con i marchi con cui sono connessi.

L'email è anche lo strumento di comunicazione dominante per i professionisti. Alcuni Il 95% dei professionisti usa la posta elettronica, che lo rende ideale per la comunicazione business to business.

Non sono tutte buone notizie, però. DMA Insight afferma che il 53% dei consumatori dichiara di ricevere troppe email irrilevanti dai marchi.

E con 17,3% di email inviate classificate come spam secondo la ricerca di Radicati Group, è facile vedere come i consumatori potrebbero essere facilmente rimandati ricevendo le e-mail sbagliate.

È anche più facile che mai per i consumatori contrattaccare. Molti lo faranno con e-mail di report come spam se i marketer non ricevono il contenuto e la frequenza corretti.

Key takeaway: I consumatori ora hanno più potere di liberarsi delle e-mail irrilevanti che detestano. Un modo per risolvere questo problema è con la personalizzazione intelligente che va oltre il semplice utilizzo dei nomi degli abbonati. Leggi la nostra guida per imparare come rendere le tue campagne più personali e pertinenti con la sostituzione dinamica del testo.

Cosa dicono di marketing di e-mail

Quando si tratta di software di email marketing, i marketer hanno l'imbarazzo della scelta. Ma come si sentono riguardo alle e-mail che inviano?

Risulta che anche la rilevanza è una grande preoccupazione per loro. DMA riferisce che il 38% dei marketer afferma che solo alcune delle email che inviano sono rilevanti. E solo il 9% dei marketer era fiducioso che tutte le e-mail inviate fossero rilevanti. Questo è un problema, con i consumatori che scaricano email irrilevanti.

Il contenuto è un grosso problema per i rivenditori di email. Secondo DMA, Il 25% degli esperti di marketing ha difficoltà ad ottenere contenuti per le loro campagne di email marketing. Poiché sappiamo che il contenuto è uno dei principali modi per attirare e fidelizzare il pubblico, la ricerca di modi per creare buoni contenuti deve essere una priorità per qualsiasi marketer. Consulta la nostra guida al content marketing per l'utilizzo del contenuto per far crescere la tua lista.

Come diciamo sempre su Jared Ritchey, un modo per capire se le tue email stanno funzionando è testarle. Si scopre che gli esperti di marketing sono d'accordo, poiché molti testano le loro e-mail. Tuttavia, 1 su 6 NON esegue il test e 1 su 5 non si sente sicuro del test, afferma DMA Insight.

Non preoccuparti; abbiamo le spalle con Ultimate Guide to Split Testing Your Email Newsletter.

Key takeaway: Gli esperti di marketing via email concordano con i consumatori sulla questione della pertinenza nell'e-mail marketing. Questo diventerà più importante, quindi c'è del lavoro da fare qui.

ROI del marketing e-mail

Un altro problema che la gente si chiede è il ROI dell'email marketing. In altre parole, ne vale davvero la pena? Uh, si! Il nostro confronto tra l'email marketing e i social media mostra che l'email supera il social per miglia. E il Chief Marketer afferma che il ROI dell'email marketing è migliore del 28,5% rispetto al direct mail.

Non sei ancora convinto? Chief Marketer afferma inoltre che l'e-mail marketing supera le altre tattiche per la lead generation, mentre Hubspot è chiaro che migliora le vendite.L'email di lunedì riporta persino un numero: ogni dollaro speso per l'email marketing ti restituisce $ 38 in cambio.

Key takeaway: anche se i numeri variano, tutte le statistiche concordano sul fatto che l'email marketing offre un ROI eccellente. Scopri il ROI della tua campagna leggendo la nostra guida su Come misurare l'efficacia delle tue campagne e-mail.

Benefici di email marketing

Quindi, quali sono alcuni dei benefici dell'email marketing che lo rendono un must per i professionisti del marketing?

Ricorda come abbiamo detto che ai consumatori piace ancora l'email? Si scopre che loro utilizzare le e-mail per lo shopping e la ricerca di offerte. Questo è il magro di Clench Media). Alcuni Il 45% delle persone riscatta coupon tramite i loro dispositivi mobili.

Clench sono anche fan della portata e adattabilità della posta elettronica. Esistono molti altri metodi di comunicazione, ma l'e-mail è riuscita ad adattarsi e rimanere pertinente.

Per noi, uno dei motivi principali per usare la posta elettronica è che le piattaforme di social media vanno e vengono. Il momento in cui MySpace era rilevante è molto lontano nel passato, ma alcune persone stanno ancora provando dalla chiusura di Vine.

I siti di social media possono anche togliere il tuo profilo in qualsiasi momento. È successo al famoso paracadutista Felix Baumgartner, che all'epoca aveva più di un milione di fan. Ti fa pensare, vero?

Ecco perché è opportuno concentrarsi sulla propria lista di email marketing. Quando crei una lista, possiedi quella lista ma non possiedi un social. Ecco perché l'email è una proposta a lungo termine migliore per il collegamento con i tuoi clienti.

Key takeaway: L'email marketing ha dimostrato che ha la capacità di evolversi, quindi è un must per gli operatori di marketing che vogliono rimanere attinenti ai loro clienti. Scopri come iniziare la tua strategia di email marketing direttamente nella nostra guida per l'email marketing per principianti.

Email marketing mobile

Al giorno d'oggi nessuno può permettersi di ignorare l'email marketing mobile. Ricorda quei 1 miliardo di utenti Gmail che abbiamo menzionato prima? Bene, Il 75% degli utenti di Gmail utilizza dispositivi mobili. E non dimentichiamoci di tutti quegli utenti iOS.

Quando si tratta di e-mail, gli smartphone rock! Secondo Adestra, L'83,8% delle persone usa il proprio telefono per controllare l'e-mail personale e il 34% li usa per email aziendali. In effetti, la posta elettronica è la seconda attività più importante svolta sugli smartphone, con più della metà di tutte le e-mail leggere sui dispositivi mobili.

Se stai prendendo di mira una fascia demografica più giovane, presta attenzione a questo: quasi tutti i giovani usano gli smartphone. E il 73% degli adolescenti e l'81% dei millennial usano "tragedie della posta in arrivo" per decidere come gestire le loro e-mail. Questo significa se pensano che la tua email sia irrilevante, la ignoreranno.

Infatti, Adestra afferma che il 57% dei consumatori più giovani ha un indirizzo email solo per le e-mail che potrebbero non aprire nemmeno!

Key takeaway: Non è più opzionale avere campagne che funzionano bene sui dispositivi mobili. Se non lo fai, ti stai perdendo un sacco di potenziali connessioni, clienti, lead e vendite. Per risolvere questo problema, leggi la nostra guida su Come creare un Optin mobile.

Email Privacy

Con GDPR una realtà per i clienti con sede nell'UE, i problemi di privacy sono più importanti che mai nel 2018. Molti consumatori sono felici di condividere le informazioni personali, ma l'88% di loro vuole trasparenza su come queste informazioni vengono utilizzate.

Fortunatamente, il DMA dice che il 72% dei marketer si sente un po 'preparato per le nuove regole. E Il 36% si aspetta un impatto positivo sulla propria strategia di email marketing. I centri di preferenza costituiranno una parte importante di questo processo e il 9% dei marketer B2B invierà i consumatori al momento dell'iscrizione.

Key takeaway: È ora di prendere sul serio la privacy delle e-mail. Controlla la nostra guida GDPR per ulteriori informazioni su questo problema.

Previsioni di email marketing per il 2018 e oltre

Quindi, cosa sta succedendo nell'e-mail marketing nel prossimo anno o giù di lì? La cartina di tornasole ha alcune previsioni di email marketing che dovremmo prestare attenzione a:

  • Interattività, dove i destinatari della posta elettronica possono interagire con i tuoi contenuti senza uscire dall'e-mail. Ciò include la creazione di esperienze più ricche per gli iscritti
  • Personalizzazione e creando valore per tutta la vita per abbonati e clienti
  • Creazione contenuto di posta elettronica più breve e più "snackable"
  • Migliorare l'accessibilità alla posta elettronica per gli abbonati con disabilità
  • L'invio di più e-mail che sono solo testo

Litmus raccomanda anche più storytelling nelle e-mail e, in generale, essere umano.

Key takeaway: I clienti si aspettano un'esperienza di posta elettronica ancora più interattiva e gli operatori di marketing dovranno utilizzare più strumenti e tecnologie per farlo.

Striata ha anche alcune tendenze che suggerisce l'attenzione dei rivenditori di e-mail. Questi includono:

  • Invio di e-mail iper-personalizzate
  • Integrazione dell'apprendimento automatico nell'automazione dell'email marketing
  • Essere rilevanti per i consumatori su tutti i canali

Key takeaway: il futuro sembra brillante per l'email marketing, ma i marketer devono tenersi in forma per anticipare queste tendenze in arrivo.

Quindi, l'email marketing è morta? Per noi è abbastanza chiaro che (con le scuse a Mark Twain) le notizie sulla morte del marketing via email sono molto esagerate.

Lungi dall'essere morto, l'e-mail marketing è vivo, utile e sempre più rilevante per raggiungere il pubblico di tutte le generazioni. Datti un vantaggio, verificando queste linee tematiche che aumentano i tassi di apertura delle e-mail.

Per ulteriori guide gratuite all'e-mail marketing, assicurati di seguirci su Twitter e Facebook.

Guarda il video: Gestione Immagini e Media su WordPress

Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: