👉 Ottimizzazione della conversione di Shopify: più vendite dal traffico corrente

6 Lead Nurturing Errori che ti costano migliaia di conversioni

Sì, aumentare il traffico sul tuo sito Shopify può generare più vendite. Anche un imbuto che perde può spostare un po 'd'acqua, giusto?

Ma cosa succede se ti dicessimo che puoi fare più vendite solo dal tuo traffico attuale?

Invece di spendere tempo e denaro guidando un numero sempre maggiore di traffico verso il tuo sito eCommerce, prenditi il ​​tempo necessario per concentrarti sull'ottimizzazione della conversione di Shopify.

Non solo aumenterai le conversioni, ma il traffico aumenterà naturalmente come risultato. Inoltre, è molto più probabile che il tasso di conversione medio di Shopify salga alle stelle quando si guida realmente il traffico.

In questo articolo, ti spiegheremo tutto ciò che devi sapere sull'ottimizzazione del tasso di conversione di Shopify (CRO) e sulle tecniche che lo faranno funzionare.

Iniziamo.

The Secret to Shopify Conversion Optimization

Tutti chiedono come aumentare le conversioni di Shopify e si aspetta che ci sia una sorta di pillola magica.

Sfortunatamente, non c'è. Non c'è un singolo hack della crescita che sta per trasformare il tuo rapporto del tasso di conversione Shopify in qualcosa che vuoi incorniciare e appendere al muro nel tuo bagno.

La chiave per ottimizzare il tuo sito eCommerce è usa un processo. Non è sexy o appariscente, ma è così è ripetibile e scalabile. E non devi nemmeno elaborare il processo da solo; c'è già uno provato e vero là fuori che funziona magnificamente.

Passaggio 1. Imposta gli obiettivi di tasso di conversione

Scopri quali sono i migliori negozi di e-commerce nel tuo mercato e stabilisci un obiettivo difficile ma realistico basato su quello.

Puoi utilizzare uno strumento efficace come MonsterInsights per semplificare il monitoraggio delle conversioni dopo aver impostato il tuo obiettivo.

Passaggio 2. Brainstorming e Prioritize

Se hai una squadra, dovresti coinvolgerli anche nel brainstorming. Proponi circa 30 idee che potrebbero aumentare il tasso di conversione e classificarle in idee che già stanno funzionando per te, idee che probabilmente funzioneranno o idee che sono possibili, ma non probabili.

Continua a leggere per idee su cosa ottimizzare, di seguito. E, assicurati di controllare questo post su 20 cose che potrebbero mantenere basso il tuo tasso di conversione.

Passaggio 3. Ipotizzare e testare

Con la tua lista di ciò che probabilmente lavorerà in mano, vai a testare. Il tuo obiettivo è quello di testare quante più idee possibili nel modo più economico possibile.

Google Optimize è una grande opzione se stai per iniziare. Funziona a stretto contatto con Google Analytics e se stai utilizzando MonsterInsights per tenere traccia delle conversioni, lo stai già utilizzando. Ecco un esempio delle informazioni che puoi ottenere dai test A / B con Google Optimize:

Passaggio 4. Analizzare, imparare e implementare

È probabile che molte delle tue idee non funzionino. Questo è figo. Il fallimento ci insegna ad essere migliori. Basta analizzare i risultati, riassumere ciò che hai appreso, implementare i risultati e creare un nuovo test. Lavare, risciacquare, ripetere.

Passaggio 5. Rivalutare

Prenditi del tempo ogni settimana per fare il punto. I tuoi tassi di conversione stanno migliorando? Che cosa hai implementato quella settimana? C'è qualcosa che vuoi modificare e testare di nuovo?

Ora che hai un processo, parliamo delle tecniche.

Come convertire le vendite su Shopify: 5 tecniche che funzionano

Le tecniche che condivideremo con te sono un ottimo punto di partenza per i test che farai nel passaggio 3 del processo che abbiamo appena delineato.

Non saltare il test. Non tutti i siti di e-commerce sono uguali, il che significa che non tutti useranno le stesse idee per raggiungere il loro target di riferimento.

E grazie a Dio! Internet sarebbe un posto molto noioso se ogni sito web avesse esattamente lo stesso aspetto.

Entriamo in questa lista, dovremmo?

Ottimizzazione del tuo negozio per la conversione

Il design del tuo sito è molto importante per il successo generale del tuo negozio Shopify. Questo include tutto, dagli elementi generali di progettazione web come caratteri, colori e navigazione a cose come immagini e video, la procedura di checkout e come si utilizzano le recensioni dei clienti e altre prove sociali.

Il web design generale è meglio lasciarti. Basta renderlo carino. Ci sono un sacco di temi disponibili che puoi usare così com'è o personalizzarli per crearli davvero. Impazzire E se hai uno sviluppatore web nella tasca posteriore, mettili al lavoro.

Quello su cui ci concentreremo qui è ciò che accade alle tue pagine e il modo in cui fluiscono.

1. Navigazione

Per iniziare, hai bisogno di un'intestazione per tenere tutto dentro. L'intestazione dovrebbe sempre avere alcune cose basilari:

  • Marchio che identifica la tua azienda
  • Navigazione … vedi sotto per i dettagli
  • Un invito all'azione che potrebbe includere informazioni su vendite o offerte speciali (puoi anche lasciar perdere se non funziona per te)
  • Funzionalità di ricerca in modo che i visitatori possano trovare le cose rapidamente
  • Accesso al carrello della spesa in modo che i visitatori possano accedere facilmente al carrello e alla cassa

Puoi includere anche altre cose, ma non lasciarlo ingombrare troppo o sarà troppo difficile da usare e i tuoi visitatori si sentiranno frustrati e andranno via.

Dai un'occhiata a come viene creata questa intestazione da Beardbrand. Si trova lungo la parte superiore della finestra e non toglie nulla al resto della pagina, ma è lì e pronto per l'uso.

Va bene, parliamo di navigazione.

Pensa alla navigazione come all'albero genealogico del tuo sito di Shopify. I link di navigazione di livello principale per cose come categorie di prodotti o posizioni di negozi saranno le mamme e i papà e dovrebbero essere sempre visualizzati.

Quindi, hai i tuoi figli. Queste sono le cose che vanno nei tuoi collegamenti di navigazione principali. Quindi, una ripartizione più specifica dei prodotti probabilmente.

Beardbrand fa questo in un modo piuttosto interessante facendo cadere un'intera piccola scatola con disegni dei collegamenti dei bambini.

Questo rende molto facile trovare quello che ti serve su questo sito, o semplicemente divertirti a curiosare.Una volta trovato qualcosa che ti piace, fai clic su di esso e dai uno sguardo più da vicino alla sua pagina di prodotto. Facciamolo ora.

2. Pagine dei prodotti

Puoi subito dire che Beardbrand è orgoglioso del loro prodotto. Presentano immagini di prodotti semplici e meravigliose, video di istruzioni e la valutazione complessiva delle recensioni dei prodotti. Ci sono anche i dettagli del prodotto e il Aggiungi al carrello il pulsante è separato da un colore diverso e visualizzato in modo visibile.

Quando scorri un po 'di più, sei accolto con una lunga descrizione del prodotto e un display con vista laterale che non solo contiene molte delle informazioni sopra riportate, ma ti consente anche di aggiungere il prodotto al carrello.

Un altro rapido scorrimento verso il basso della pagina ti porta alla parte scritta delle recensioni del prodotto. Le recensioni dei prodotti sono solo un tipo di prova sociale che puoi utilizzare per aumentare le conversioni e sono ben accolte. Le persone tendono a fidarsi delle recensioni anche quando vengono da estranei piuttosto che da familiari e amici.

Per ulteriori modi per rendere le vostre pagine di prodotto in centrali elettriche di eCommerce ad alta conversione, date un'occhiata a questo post di 18 fantastici suggerimenti.

2. Call to Action

Abbiamo già parlato un po 'di inviti all'azione, ma meritano la propria sezione.

Come negozio di e-commerce, probabilmente sei stato focalizzato sul laser su una call of action che ruotava attorno all'acquisto: Aggiungi al carrello o check-out. Non c'è niente di sbagliato in questo, è l'obiettivo finale, dopo tutto. Vuoi che i visitatori diventino clienti e clienti per diventare clienti abituali. E per dire ai loro amici.

Ci sono solo tanti modi in cui è possibile spingere l'invito singolo all'azione prima che si esaurisca nel vedere un basso tasso di conversione delle vendite settimana dopo settimana. E, ammettiamolo, le persone che abbandonano il tuo sito senza la conversione probabilmente non torneranno.

A meno che tu non dia loro una ragione per tornare, è così. Ed è qui che le micro conversioni entrano in scena.

Le micro conversioni sono solo azioni più piccole che i visitatori possono eseguire per mostrare che sono interessati a ciò che offri. Sono cose come iscriversi alla tua mailing list, condividere social o email dei tuoi prodotti o contenuti, creare un account sul tuo sito, aggiungere liste dei desideri o registri e scaricare contenuti dal tuo sito, solo per citarne alcuni.

La società di abbigliamento Ugmonk offre a caso 35 immagini royalty-free dal viaggio del proprietario in Islanda se inserisci il tuo indirizzo email.

Lo ammettiamo, abbiamo rinunciato a un indirizzo email. È una micro conversione eccezionale, e ha funzionato totalmente su di noi. Le immagini sono stupefacenti:

Prima che potessimo uscire da lì, siamo stati colpiti da un popup di exit-intent che ci diceva che regalavano una maglietta ogni mese.

Sì, ci siamo anche iscritti per questo. Siamo poppanti per un pop-up tempestivo. È possibile creare le proprie offerte di intento di uscita; ne parleremo di più al punto 5.

A volte conversioni più piccole come queste possono portare i visitatori a diventare clienti. Sii creativo con i tuoi inviti all'azione e pensa ad altri oggetti di valore che potresti essere in grado di fornire gratuitamente ai tuoi visitatori (o al prezzo basso e basso delle loro informazioni di contatto). Creare il perfetto invito all'azione può essere complicato, ma con i nostri consigli, sarai un maestro in poco tempo.

Possiamo persino dirti quale pulsante colore converte meglio.

Migliorare l'esperienza di acquisto

Tutto ciò che riguarda la creazione della tua vetrina online riguarda l'esperienza di acquisto, ma un processo di checkout terribile o costi a sorpresa possono fermare una vendita.

Per migliorare l'esperienza di acquisto in modo esponenziale, assicurati di dedicare tempo alla creazione di un processo di checkout per i tuoi clienti.

3. Cassa liscia e facile

Il modulo della pagina di checkout dovrebbe essere il più breve e semplice possibile. Questo non è il momento di scoprire il colore preferito dello shopper a meno che non ne abbia bisogno per inviare loro un regalo gratuito. E, se è così, di 'loro che ne hai bisogno perché stai inviando loro un regalo gratuito. Meglio ancora, prendi una scommessa sul colore e non chiederlo a loro.

All'inizio del modulo, ottieni l'indirizzo email dell'acquirente. Se decidono di abbandonare il loro carrello, avrai almeno il loro indirizzo email per contattarlo e forse anche recuperare la vendita!

Diamo un'occhiata a un grande esempio di progettazione di pagamento da Monki.com:

Monki.com offre agli acquirenti un caloroso saluto con la possibilità di accedere, creare un account o continuare come ospite. Sul lato sinistro dello schermo, c'è un bel carrello di riepilogo. Tutto è grande e facile da vedere.

Quando si fa clic Continua come ospite ti viene presentata una schermata che richiede un indirizzo email prima di continuare.

Desideri ulteriori informazioni sull'ottimizzazione della pagina di checkout? Ecco 22 dei migliori modi per mantenere i clienti in movimento.

4. Costi di spedizione anteriori

Un altro modo per migliorare l'esperienza di acquisto consiste nell'affrontare alcune delle cose che fanno sì che si allontanino dai negozi online. La spedizione è un enorme ostacolo per molti acquirenti.

Fortunatamente, questo è un problema davvero facile da risolvere. Così facile che non capiamo veramente come continua ad essere un problema.

La soluzione? O essere trasparenti al 100% con i costi di spedizione o, se puoi oscillare, offrire la spedizione gratuita.

Evitare o recuperare i carrelli abbandonati

I carrelli abbandonati stanno per accadere e probabilmente molto. Sono una parte naturale dell'eCommerce e, mentre puoi affrontare alcuni dei problemi, come la spedizione, ce ne sono alcuni fuori dal tuo controllo.

Ciò non significa che ti siedi e lasci che le cose accadano, però. Ogni passo che abbiamo fatto finora in questo articolo è stato preso in considerazione per la riduzione dei carrelli abbandonati. Ma cosa succede quando aumenti il ​​coinvolgimento e ottieni poche micro conversioni, ma l'acquirente è ancora in cerca delle uscite?

5. Popup di Exit-Intent

Ricorda il pop-up di uscita che Ugmonk ci ha catturato prima? Puoi anche aggiungerli al carrello e alle pagine di pagamento per attirare gli acquirenti mentre stanno abbandonando.

Puoi creare un download come questo converte il 21,06% dei visitatori per le immagini di Scott Wyden:

I popup di Exit-intent sono un ottimo modo per raggiungere un'ultima volta prima che un acquirente abbandoni ufficialmente il proprio carrello.

SUGGERIMENTO BONUS # 6. Recupero carrello abbandonato

Hai fatto brainstorming, a / b testato e implementato. Il tuo sito è ottimizzato al 100%. Apporta modifiche a contenuti, immagini, descrizioni dei prodotti e qualsiasi altra cosa che possa venire alla tua attenzione su base settimanale, ma hai ancora acquirenti che abbandonano i carrelli. Sai che potresti convertire alcuni di quelli da convertire se solo riuscissi a farli tornare al tuo negozio.

Ciò di cui hai bisogno ora è una strategia di recupero del carrello abbandonata.

Se hai impostato il modulo di checkout per ottenere indirizzi email o hai ottenuto indirizzi email tramite micro conversioni lungo il percorso, hai tutto ciò che ti serve per raggiungere l'abbandono degli acquirenti. Provaci!

Puoi davvero far brillare il tuo marchio in queste e-mail e allo stesso tempo far sapere agli acquirenti che ti mancano.

Questo è tutto! Ora hai il processo che ti serve e 6 tecniche fantastiche che aumenteranno le tue conversioni e i tuoi guadagni. Stai cercando altri modi per realizzare i tuoi sogni di eCommerce? Dai un'occhiata ai nostri fantastici tutorial. Se vuoi dare un'occhiata più approfondita all'ottimizzazione dell'e-commerce, assicurati di dare un'occhiata alla nostra guida definitiva.

Non stai ancora utilizzando OptinMonster? Che cosa stai aspettando? Unisciti a noi oggi e scopri cosa può fare un'offerta di intenti di uscita per le conversioni della tua pagina di pagamento.

Guarda il video: Lead Generation per e-commerce: Cos'è, come funziona e come si implementa

Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: