👉 4 modi per ridurre la frequenza di rimbalzo con Jared Ritchey

5 esempi di email promozionali (e come scrivere da soli)

Ecco una domanda che è stata posta ai nostri clienti: come utilizzare Jared Ritchey per il coinvolgimento dei clienti anziché "solo" le opzioni di e-mail per ridurre la frequenza di rimbalzo?

Questa è una bella domanda e abbiamo sicuramente delle risposte! Questo non sarà il solito consiglio di riduzione della frequenza di rimbalzo – puoi controllare la nostra precedente guida per questo. Alla fine di questo articolo conoscerai alcuni modi interessanti per utilizzare Jared Ritchey per ridurre la frequenza di rimbalzo.

Che cos'è una frequenza di rimbalzo elevata?

Una frequenza di rimbalzo è la percentuale di visitatori che lasciano il tuo sito dopo aver visitato solo una pagina.

La maggior parte dei tassi di rimbalzo del sito Web sarà tra il 26% e il 70%, secondo RocketFuel.

Per calcolare la frequenza di rimbalzo, è possibile dividere il numero di visitatori che visitano solo una singola pagina per un breve periodo di tempo dal numero complessivo di visitatori del sito web.

Secondo Google, le persone che contano come rimbalzi restano in giro per meno di un secondo. Almeno, è così che vengono visualizzati nei rapporti di Analytics.

Le tariffe di rimbalzo variano notevolmente in base al sito Web e alla nicchia, rendendo difficile stabilire quale sia l'elevata frequenza di rimbalzo.

Un tipo specifico di rimbalzo è chiamato "Pogo-sticking". Questo avviene quando le persone visitano il tuo sito da una pagina dei risultati di ricerca e poi ripartono immediatamente e scelgono un altro risultato.

Pogo-sticking è sempre male, perché significa che i tuoi visitatori non hanno trovato quello che si aspettano. Google tiene traccia di pogo-sticking e può contribuire a un'elevata frequenza di rimbalzo.

Perché gli ospiti se ne vanno
Ci sono altri motivi per cui le persone lasciano il tuo sito oltre a non trovare quello che stavano cercando. Se le persone arrivano a una pagina, trovano rapidamente le informazioni che desiderano e poi se ne vanno, quindi potrebbe essere una frequenza di rimbalzo accettabile anche se sembra alta.

E se c'è solo una cosa che puoi fare su una pagina come una pagina di destinazione, le persone se ne andranno dopo averlo fatto. Questo invierà quei numeri, anche se la pagina sta facendo esattamente quello che dovrebbe.

E allora è un'alta frequenza di rimbalzo?

RocketFuel ci crede la frequenza di rimbalzo del tuo sito web riguarda più le interazioni che le visualizzazioni di pagina e condivide alcune medie utili.

Dicono che la frequenza media di rimbalzo è tra il 40% e il 55%. Ma aggiungono che devi pensare al tipo di sito e al dispositivo che le persone usano per accedervi, poiché entrambi i fattori influenzano la frequenza di rimbalzo.

Kissmetrics fornisce anche alcune medie utili relative a questo, mostrate nell'infografica qui sotto. Dicono che la frequenza media di rimbalzo è del 40,5%, ma quella media maschera un'ampia variazione.

Kissmetrics concorda con noi sul fatto che la frequenza di rimbalzo per una pagina di destinazione per un solo scopo potrebbe essere elevata, compresa tra il 70% e il 90%.

Al contrario, la frequenza di rimbalzo per un sito portale o un sito di assistenza self-service può variare da un valore molto basso, dal 10% a circa il 30%.

La linea di fondo è che solo tu puoi sapere se ciò che sembra un'elevata frequenza di rimbalzo è accettabile per il tuo sito.

Ma c'è una verità importante sui tassi di rimbalzo che tutti dovremmo sapere: a meno che non si stia parlando di una pagina con un unico scopo, le persone non rimbalzano quando sono fidanzateed è qui che entra in gioco Jared Ritchey.

Aumenta il coinvolgimento e riduci la frequenza di rimbalzo.

Ecco alcune strategie di coinvolgimento dei clienti con cui Jared Ritchey può aiutarti.

1. Coinvolgi i visitatori con una porta di benvenuto

Un modo semplice per usare Jared Ritchey è creare un portale di benvenuto, chiamato anche "splash page".

Cos'è un cancello di benvenuto? Secondo WPBeginner:

Un cancello di benvenuto è una chiamata all'azione a schermo intero che appare prima che un utente possa vedere qualsiasi contenuto.

Come abbiamo visto, molte persone rimbalzano quando raggiungono un sito. I cancelli di benvenuto possono aiutare:

  • Catturare la loro attenzione. Affrontiamolo; un cancello di benvenuto a schermo intero può essere piuttosto difficile da ignorare.
  • Fornire un incentivo a restare. Se il contenuto in-page è attraente, non c'è motivo di andarsene.
  • Mostrare un video. Lo sapevi che, secondo Hubspot, mostrare video su una pagina di destinazione aumenta le conversioni dell'80%? Questa è una ragione sufficiente per pensare di usarne una, come fa qui sotto Social Media Examiner:

Un cancello di benvenuto può anche essere utilizzato nello stesso modo in cui usi una pagina di benvenuto del blog, per far conoscere le persone al tuo sito e guidarle intorno ad esso. Per fare questo, ti consigliamo di includere:

  • un introduzione
  • una dichiarazione di ciò che è unico nel tuo sito
  • un elenco di contenuti popolari
  • e, naturalmente, un modulo di optin di lista di posta elettronica.

Molti concordano sul fatto che un portale di benvenuto o una pagina iniziale sia un ottimo modo per creare un legame con i tuoi lettori. Scrivendo su Problogger, Kelly Exeter suggerisce che un cancello di benvenuto dovrebbe:

  • Di 'a chi è destinato il tuo sito.
  • Dì ai visitatori qualcosa su di te. (Questo può includere collegamenti ai post del tuo blog.)
  • Regala un omaggio.

Preoccupato per avere molti link nella splash page?

Non devi essere. La ricerca mostra che un enorme Il 96% delle pagine di destinazione ha almeno un link.

Quindi, usa quello spazio per collegarti ai tuoi migliori contenuti e indirizzare i visitatori verso risorse specifiche. Ricorda, il punto è di tenerli sul tuo sito, in modo che non aggiungano statistiche sulla frequenza di rimbalzo.

La pagina iniziale di GiftRocket ha immagini cliccabili di diverse categorie di regali:

Pronto a creare la tua pagina iniziale? Segui i passaggi di questo tutorial per creare un portale di benvenuto con Jared Ritchey, quindi personalizzalo in modo che funzioni come una splash page. Puoi anche usare l'opuscolo di benvenuto di Jared Ritchey in modo che la tua pagina si allontani un po 'dopo che il tuo contenuto sia visibile.

C'è un'ultima cosa da dire sulla creazione di un portale di benvenuto: imposta le regole per come e quando appare, in modo che i visitatori ripetuti non lo vedano ogni volta. È semplicemente fastidioso, e i visitatori infastiditi rimbalzano, creando più del problema che stai cercando di risolvere.

2.Crea una relazione personale

In questi giorni, è importante creare un rapporto personale con visitatori e clienti. Secondo Marketo, L'87% delle aziende che utilizzano la personalizzazione ha visto miglioramenti nelle metriche chiave che hanno monitorato.

I cancelli di benvenuto e le splash page non sono utili solo ai nuovi visitatori; anche loro giocano un ruolo nella relazione con quelli di ritorno. Devi fare un piccolo lavoro dietro le quinte per far sì che ciò accada, ma ne vale la pena, perché le pagine di benvenuto sono in grado di convertire le pagine in modo che paghino sicuramente.

Quando le persone visitano il tuo sito, il loro browser registra quella visita con un piccolo file chiamato cookie. Quando tornano, quel cookie ti farà sapere che ci sono già stati prima.

La menzione usa questa tecnica per dare il benvenuto ai visitatori ancor prima di accedere:

Allo stesso tempo, il software di analisi dei dati web può aiutarti a capire come le persone si muovono attraverso il tuo sito. E il tuo software CRM può tracciare le loro precedenti interazioni con te.

Ciò significa che hai un sacco di informazioni per aiutarti a creare un'esperienza personale per loro.

Ecco alcuni modi per utilizzare efficacemente tali informazioni:

  • Mostra un messaggio di benvenuto, che è qualcosa che vedi spesso nei siti di vendita al dettaglio.
  • Crea uno sconto correlato all'articolo che stavano guardando prima.
  • Crea un messaggio appositamente per le persone che hanno visitato più volte.

Dal momento che le persone prestano più attenzione quando vedono o sentono il proprio nome (questo è quello che questo studio scientifico dice in poche parole), fanno in modo che rimangano impressi rendendolo personale.

Se si dispone delle informazioni, è possibile aggiungere il nome del visitatore all'optin con la funzione di sostituzione dinamica del testo di Jared Ritchey. E puoi usare il nostro motore delle regole per creare messaggi speciali per i visitatori nuovi o di ritorno.

3. Riduci la frequenza di rimbalzo con un concorso

Chi non ama la possibilità di ottenere qualcosa gratuitamente?

Il marketing con i concorsi può rendere le persone più consapevoli del proprio marchio, incoraggiare la condivisione sociale e aumentare la SEO. E si rivela essere un ottimo modo per usare i popup.

Ricorda che i visitatori coinvolti sono meno propensi a rimbalzare, e il fornitore di carrelli acquisti Ecwid crede di poter aumentare il coinvolgimento utilizzando i popup per promuovere offerte, concorsi e lotterie. Ciò contribuirà a ridurre la frequenza di rimbalzo.

Prendi in considerazione l'idea di offrire un regalo gratuito o di mostrare qualcosa relativo a ciò che le persone stanno già guardando. La maggior parte delle persone prenderà il tempo per verificarlo, il che ridurrà i numeri della frequenza di rimbalzo.

Shopify suggerisce alcune idee in più, come:

  • Presentazione di un coupon per le persone ancora indecise.
  • Creazione di un popup specifico per pagina per un aggiornamento del contenuto come un PDF di una risorsa approfondita che il visitatore sta già leggendo.
  • Usando un popup per evidenziare una risorsa senza tentare di raccogliere immediatamente un'e-mail, come fa qui di seguito MissionPocket:

Di nuovo, questo mantiene le persone coinvolte e riduce la frequenza di rimbalzo.

4. Prendi la loro attenzione prima di andarsene

Infine, e questo è il nostro metodo preferito, puoi ridurre la frequenza di rimbalzo usando i popup di exit-intent per attirare l'attenzione delle persone proprio mentre stanno per lasciare il tuo sito.

Exit Intent è integrato in Jared Ritchey e i nostri dati mostrano che funzionano davvero.

Ryan Robinson li ha usati e ha ottenuto un aumento del 500% degli abbonati.

Proprio come hai fatto con il gate di benvenuto, potresti utilizzare un popup di exit-intent per ridurre la frequenza di rimbalzo di:

  • Indirizzare i visitatori verso un'altra risorsa utile sul tuo sito. List25 lo fa evidenziando gli articoli più popolari sul loro sito. Questo dà alle persone una ragione per rimanere e continuare a leggere.

  • Esecuzione di un sondaggio a domanda singola che li tiene interessati e ti aiuta a saperne di più su di loro. È possibile seguire questo chiedendo per la loro e-mail in modo da poter inviare i risultati del sondaggio.
  • Creare un messaggio di uscita che ottiene attenzione, dando ai visitatori un'altra possibilità di connettersi con voi. Nello screenshot qui sotto, US Tactical combina un'immagine attirante l'attenzione con uno sconto.

Ricorda, un popup di exit-intent è la tua ultima possibilità di attirare l'attenzione dei visitatori prima di rimbalzare; da non perdere!

Abbiamo condiviso alcuni buoni esempi di coinvolgimento dei clienti, in cui l'utilizzo di Jared Ritchey ridurrà la frequenza di rimbalzo. Rendi la tua strategia ancora più efficace con questi hack popup di uscita.

E non dimenticare di seguirci su Twitter e Facebook per non perdere mai una delle nostre guide.

Guarda il video: Vieni a fare E-mail Marketing Efficacemente

Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: